Tutto da cambiare, Tonino!

Tutto da cambiare, Tonino!
Tonino è cresciuto ed è a spasso nella rete! Se vuoi puoi seguirlo su Blook Intrecci nella rete. Leggi tutto il libro gratis a puntate!

mercoledì 29 gennaio 2014

Segnalazione: incontri a Reggello "Genitori si diventa"


Maternal caress - Mary Cassatt
A Reggello si terranno alcuni incontri per affrontare quello che viene definito il mestiere più difficile del mondo, quello di genitore. “Genitori si diventa” è l’iniziativa che il comune di Reggello organizza insieme alla Conferenza dei Sindaci per l’educazione, l’istruzione, l’orientamento, la formazione ed il lavoro della zona fiorentina sud- est. Il prossimo appuntamento è previsto per venerdì 31 Gennaio alle 17,30 nella Biblioteca Comunale del Comune di Reggello (piazza Berlinguer 1 Cascia). Si parlerà di come giocare con i bambini con Simonetta Rossi,  coordinatrice pedagogica del Comune di Bagno a Ripoli. Gli altri incontri, che si svolgeranno tutti in Biblioteca Comunale, sono previsti per: il 14 febbraio alle 17,30 “Generazioni in gioco, il ruolo educativo dei nonni” ed il 27 febbraio alle 21 “Il racconto e le fiabe”.

Gli incontri offriranno un’occasione di scambio di esperienza tra adulti che cercano un equilibrio tra il complesso ruolo di genitori ed una serena consapevolezza di sé. La partecipazione è gratuita ed aperta a tutti i cittadini.

Info: Ufficio Istruzione del Comune di Reggello (0558669273-229-237) o la Biblioteca Comunale 0558665013 o inviare una e-mail a istruzione@comune.reggello.fi.it
A goodnight kiss - Mary Cassatt
 

Gli appuntamenti di febbraio 2014 allo Spazio Libro - Firenze


martedì 28 gennaio 2014

Segnalazione: Seminario di scrittura autobiografica a Firenze


Telemaco Signorini - "Bambina che scrive"
 
Al Giardino dei Ciliegi, via dell’Agnolo 5 - Firenze - Sono ancora aperte le iscrizioni al Seminario di scrittura autobiografica

“E la storia continua…ogni vita merita un romanzo”

Sabato 1 e Domenica 2 febbraio  2014 

(Sabato dalle 10 alle 19, con pausa pranzo di un’ora. Domenica dalle 9 alle 13)

"Come ci modella la famiglia in ciò che cerchiamo di realizzare nella vita? Crediamo di scrivere una storia solo nostra, ma forse abitiamo ancora il passato delle generazioni che ci hanno preceduto? Quanto si gioca nello spazio quotidiano? Misteri, segreti familiari, presunti valori. Da dove vengono i mandati o “compiti da assolvere” ? Talvolta abbiamo avuto la sensazione di trovarci su un palcoscenico e recitare una sceneggiatura che qualcuno ha già scritto? Chi è il regista? Il disegno che ogni persona si lascia dietro non è altro che la storia della sua vita. E sicuramente a ciascuno piacerebbe conoscerla anche attraverso le vicende di coloro che ci hanno preceduto… Dal ruolo di attori possiamo quindi passare a quello di autori, essere in grado cioè di scrivere il seguito, in vista dei possibili scenari futuri, alla ricerca del “punto di scelta”.

Conducono:

Prof.a Marialuisa Bianchi, (insegnate di lettere, scrittrice).

Dott.a  Annamaria Bocciolini, (psicologa, psicoterapeuta).

Info:   ilgiardinodeiciliegi@gmail.com   tel. 0552001063 dal lunedì al mercoledì ore 15,30 – 18,30 -
3475088738  dal lunedì al venerdì in orario di ufficio
luisabianchi2005@libero.it   055 660500 -  333 8300740

Oscar Ghiglia - "Donna che scrive" - 1908


 

venerdì 24 gennaio 2014

Il regno fantastico di Guia Risari


Diciamolo, sono una persona che tende a sviscerare gli argomenti … se leggo un libro di un autore e mi incuriosisco, mi prende la voglia di leggere anche altri titoli che ha scritto. Così eccomi qui, con i libri di Guia Risari sparpagliati davanti a me ... pronti a tuffarvi in un regno fantastico? 

Il cavaliere che pestò la coda al drago (editore EDT Giralangolo). Questo è senz’altro il mio preferito. Parla di un cavaliere che decide di dare una bella lezione al drago, che non ha mai visto, ma sul quale si è informato e ha raccolto ogni notizia disponibile. Cercando e viaggiando, si è convinto che il drago è davvero una bestia feroce. Parte alla sua ricerca, intraprendendo un lungo viaggio e dopo aver attraversato la Terra dei Gonzi e la Palude dell’Oblio, arriva nel Regno dei Possibili, dove vive il drago insieme a tante altre creature favolose. E così lo incontra davvero quel drago … di più, perché a causa di una grande fame, conosce il drago. Non per quello che altri gli hanno sempre raccontato. Non per come si aspetta che sia. Non per l’immaginario collettivo. Lo conosce facendo esperienza diretta. Una favola, certo, ma un messaggio più profondo per chi è più grandicello e sa cogliere le sfumature di quanto possano far male i pregiudizi ... un dolce finale, quindi, in tutti i sensi, visto che nell’ultima pagina è spiegato come si fanno le frittelle di drago … Che belle le illustrazioni di Ilaria Urbinati, che vibrano all’unisono col testo! Uno stile magico, che fa sognare …

Il pesce spada e la serratura – (illustrazioni di Altan) – Beisler Editore Utilizzando il binomio fantastico veniamo trasportati in mondi impossibili, bizzarri, ironici … cento ipotesi contro l’impossibile. Che cosa possono spartire un pesce spada e una serratura? Eppure lasciandosi andare e dimenticando le associazioni ovvie, si possono immaginare situazioni buffe e surreali. Per non prendersi troppo sul serio e far volare la fantasia …

L’alfabeto dimezzato – (illustrazioni di Chiara Carrer) – Beisler Editore Pronti a salire sulla giostra delle allitterazioni? Un libro da leggere obbligatoriamente a voce alta, da soli, con i bambini, scandendo le parole e assaporando le sensazioni fonetiche prodotte … Il testo e le illustrazioni vi trasporteranno in un sogno, a patto che non siate troppo seriosi e che non cerchiate sempre storie verosimili. Scordatevi la realtà! Siete in un mondo onirico, almeno per lo spazio che dedicherete alla lettura …

La coda canterina – (illustrazioni di Violeta Lopiz) – Editore: Topipittori  Consiglierei questo libro più agli adulti che ai bambini. O a bambini fortemente educati alla lettura, che sappiano scorgere significati nascosti … Leggendo questo volume sono rimasta catturata dell’efficacia delle illustrazioni di Violeta Lopiz e dalle tecniche che ha utilizzato per suggerire l’interruzione di un quieto vivere, dove tutto scorre normale … come sono incisive nel mostrare il panico e il caotico correre senza avere una soluzione chiara in mente … mi sono balenate davanti agli occhi "immagini" fugaci varie, come veloci fotogrammi: la metamorfosi di Kafka, Dumbo e gli X-men … ma in questo libro non c’è la dolcezza della mamma di Dumbo, che accetta immediatamente il suo elefantino con le smisurate orecchie. C’è sgomento. Panico. Si cerca aiuto da chiunque, anche da chi non ha alcun titolo per darlo. Si consultano tutti, tranne il bambino, che un giorno si è svegliato con una coda. Metafora di una caratteristica, una diversità che la società non sa accettare perché si discosta da ciò che è “normale”. O una fiaba su come sia necessario anche rimanere soli per diventare grandi e trovare il proprio posto nel mondo. I genitori e i compaesani cercano di risolvere il problema tirando via la coda. Sembra la soluzione più facile. Ma tira tira, la coda si allunga e li porta a fare il giro della terra. Solo alla fine del lungo viaggio, quando il gruppo ritorna dal bambino, sembra aver trovato la soluzione al problema: accettare quella coda e farla diventare un punto di forza. Mi ha fatto pensare a quanto siano ridicoli gli adulti quando ricercano la perfezione dei propri figli, senza ascoltare mai cosa hanno da dire i piccoli sulle questioni che li riguardano …  

 

Se siete interessati alla produzione di Guia Risari e amate il teatro, fino al 23 marzo potete portare i vostri bambini a vedere lo spettacolo “La pietra e il bambino”, tratto da una favola di Guia Risari e messo in scena dalla Compagnia Teatro Gioco Vita di Piacenza. Credo che instradare i bambini all’amore per il teatro sia un elemento importantissimo per la loro crescita: li educa ad un rapporto più diretto con quello che vedono. Nel teatro c’è sempre uno scambio di energia fra lo spettatore e l’attore. Questa compagnia ha seguito strade diverse, innovative per il teatro italiano, grazie all’animazione e al teatro d’ombre, affascinante e magico. 

Maggiori info su www.teatrogiocovita.it.
 
 
 
"La realtà non è mai come la si vede; la realtà è soprattutto immaginazione"
                                               R. Magritte
 
 
 
"Quando ero giovane, il concetto di essere un sognatore era molto negativo. Ma Star Trek ha legittimato il sogno e penso che sia stato un grande contributo". Martin Cooper (inventore del cellulare) 

giovedì 23 gennaio 2014

Segnalazione: "La Tombola dei Troiai" al Teatrino del Gallo!

 



 VENERDI' 24 GENNAIO, ore 21.00 Cristina Bacci e Pietro Venè presentano

La Tombola dei Troiai - di Marco Malvaldi

Radiocommedia con improvvisazioni pittoriche di

Enrico Guerrini

e interventi musicali di

Simone Faraoni

 

INGRESSO 10 Euro

 

PER PRENOTAZIONI
Teatrino del Gallo, via San Gallo 25R c/o libreria Libri Liberi
Tel. 055-2658324/213921
(10.00-13.30/15.00-19.30, escluso domenica mattina)

 


Segnalazione: ANNA BANTI. ROMANZI E RACCONTI al Gabinetto Vieusseux


 

 

Alberto Arbasino e Franco Zabagli

 

presentano il  volume della collana 'I Meridiani'

 

Anna Banti

 

Romanzi e racconti

 

a cura e con un saggio di Fausta Garavini

con la collaborazione di Laura Desideri

 

MONDADORI

 

Coordina

Gloria Manghetti

 

Letture di

Patrizia Zappa Mulas

 

Saranno presenti le curatrici del volume

 

Giovedì 30 gennaio 2014, ore 17.30

Firenze, Palazzo Strozzi, Sala Ferri

 

mercoledì 22 gennaio 2014

Segnalazione: Il Paracadute di Icaro - Destinazione DOREMI

  
 
 
Evento Teatro Ragazzi
Domenica 26 Gennaio 16.30
Destinazione DOREMI
Concerto World Music
ideazione e creazione
Rete ARTI
musiche Popolari trascritte da Edoardo Dinelli
eseguite dal vivo da L'Orchestra da favola del Conservatorio L. Cherubini
Prenotazione obbligatoria
Che ne direste di fare un viaggio intorno al mondo attraverso la musica gomito a gomito con i musicisti?
Venite a ballare con noi!!!Etnie, razze e popoli diversi esprimono le proprie diversit� attraverso un unico linguaggio universale: quello della musica e della tradizione popolare. I bambini potranno seguire la scoppiettante allegria della musica tradizionale eseguita dal vivo, osservando immagini colorate e uniche che li condurranno lungo un itinerario musicale del mondo.


BIGLIETTI DOMENICHE DA FAVOLA 6
Intero adulto
10 euro
Bambini 8 euro
Ridotto soci Il Paracadute di Icaro 7 euro
Bambini della Scuola di teatro gratuito
+ 1 accompagnatore ridotto 8 euro
Bambini fino ai tre anni gratuito

Per info e Prenotazioni
TEATRO EVEREST - Via Volterrana, 4b - Firenze - Tel.: 055. 2321754 - info@teatroeverest.it | www.teatroeverest.it
 

mercoledì 15 gennaio 2014

Segnalazione: Domenica 19 gennaio ultima replica di "A Palazzo con Davizzo" - Firenze

Visto il grande successo di "critica e pubblico", Firenze sottosopra replica, per l'ultima volta, "A Palazzo con Davizzo": 


19 Gennaio 2014 ore 11,00 AM

appuntamento a palazzo Davanzati


via Porta Rossa, 13 - Firenze


Durata della visita (animata con pupazzo animato): un'ora e un quarto circa

Età partecipanti: da 6 a 11 anni

Costo: 8 euro a bambino

L'ingresso al Museo è gratuito per i bambini 

(per i genitori il biglietto costa 2 euro)


Info: firenzesottosopra@gmail.com



giovedì 9 gennaio 2014

Indovina cosa c'è in "vetrina"? Il "tuo" libro! (Con piccolo vademecum per le recensioni)


Credo che vogliate arrivare al punto il prima possibile, ma fatemi prima raccontare da dove mi è venuta l’idea di questa nuova “sezione” di questo blog. Qualche anno fa ho passato alcuni giorni a Ravenna, per visitare la città. Ricordo che avevamo prenotato in un b&b molto carino e ospitale. La proprietaria aveva avuto l’ottima idea di sistemare una piccola libreria appena fuori dalle camere e, oltre a guide turistiche della città e a depliant pubblicitari, c’erano diversi libri di narrativa, in varie lingue. Ho sempre l’abitudine di leggere prima di dormire e così mi misi a scorrere i vari titoli. Ricordo che fui colpita da un piccolo libriccino: “Because the night. Racconti”. Se ricordo bene (e mi scuso in anticipo con gli autori, in caso la memoria mi inganni) si trattava di una raccolta di brani selezionati in un concorso letterario. Incuriosita, decisi che sarebbe stato il libro che mi avrebbe accompagnato per quella sera. Lessi un solo racconto, perché ero molto stanca per la lunga giornata, ma rimasi colpita dalla qualità del testo. Era scritto bene. Era divertente. Faceva riflettere. Era davvero un buon racconto. Nella mia vita di lettrice ho avuto per le mani tanti libri, diversi per genere e per “pubblico”. Non ho mai scelto le mie letture in base agli autori più pubblicizzati o alle classifiche di vendita, anche se chiaramente mi è capitato di voler leggere i libri “in voga”. Devo dire che più di una volta mi sono domandata il perché di tanto clamore per qualche libro di cui tutti parlavano bene e mi sono stupita nello scovare piccoli gioiellini scritti da emeriti sconosciuti … si sa, la pubblicità è l’anima del commercio. Spesso per far volare un libro basta una bella campagna pubblicitaria …. Certo, a volte il libro in cima alle classifiche è davvero molto bello, ma dovremmo cercare di andare anche alla ricerca di qualcosa di più personale. I libri in commercio sono tantissimi e spesso ci sentiamo disorientati dall’enorme offerta. Ma dovremmo recuperare il gusto di scoprire da soli i libri che ci piacciono, senza ascoltare nessuno, lasciandoci guidare dal nostro intuito, dalle copertine, dall’incipit letto in piedi, in libreria, con una distesa di altri libri davanti … come fossimo esploratori …. Quindi eccomi finalmente arrivata al punto. Avete letto un libro straordinario? Un libro che avete divorato? Che vi ha emozionato? Che vi ha fatto ridere di cuore? O avete scritto un libro e pensate di aver fatto un ottimo lavoro? Presentatelo qui, in questo blog. Vi offro un “post-vetrina” per parlarne. Scrivetemi una mail, che abbia possibilmente le caratteristiche che andrò a indicare di seguito, e via via cercherò di pubblicare le vostre recensioni nel blog, in modo da formare un passa parola e dare luce anche agli autori meno conosciuti che meritano visibilità.  

Poi, possibilmente, fra i vari acquisti che decideremo di fare nel corso dell’anno, compriamo almeno un libro di un piccolo editore e/o di un autore esordiente. Dopotutto, prima di diventare qualcuno, anche i Grandi sono stati piccoli! A proposito, poi, ricordatevi di conservare gli scontrini da ora in avanti, perché sulla Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il Decreto Destinazione Italia (vedete le “misure per favorire la diffusione della lettura” … si poteva fare di più? Vabbè, intanto è un inizio …). 

Piccole linee guida per inviare la vostra recensione:

Con la vostra recensione, state dando informazioni ed esprimete le vostre opinioni. Non dite “il libro è bellissimo!”. Diteci perché vale la pena di leggerlo! Inviate per favore le vostre “scoperte” positive, non quelle negative. Vogliamo formare un “elenco” di buoni titoli, non andare a rimestare nei libri che non vi sono piaciuti.

Cominciate scrivendo l’intestazione, con i dati generali del libro: autore, titolo, editore, anno della prima edizione, genere, prezzo di copertina. Passate poi alle informazioni successive:

Introduzione: informazioni per inquadrare l’autore e l’opera nel suo contesto.

Presentazione del contenuto (sarebbe un’idea simpatica riportare, virgolettata, la prima frase del libro. Molte persone, per scegliere un libro, leggono l’incipit!).

Se vi sentite proprio ispirati, potreste anche lanciarvi in un’analisi delle tecniche narrative, o dello stile dell’autore.

Chiudete con una vostra valutazione. 


Se volete parlare di un libro che avete scritto voi e avete la possibilità di inviare un’immagine della copertina, potete allegarla alla mail. Inserirò l’immagine nel post.   

Ricordatevi di firmare la vostra recensione (la vostra firma apparirà nel post).

Solo due piccole precisazioni doverose:

Non ho idea al momento di cosa scatenerò con questo post. Potrei essere sommersa di mail con valanghe di vostre recensioni  … se vedete che tardo a postare la vostra, abbiate pazienza … (Se invece vedete che non posto nessuna recensione vuol dire che siete veramente troppo timidi …).

In caso la vostra “scoperta” sia un libro meraviglioso ma ormai fuori catalogo, non rinunciate a scrivere la vostra recensione. Il fatto che non sia più in commercio non significa che non sia comunque reperibile in biblioteca o in qualche mercatino dell’usato, o non sia possibile scovarlo in qualche polverosa libreria in soffitta ... Segnalate comunque!
 
una bella vetrina di una libreria a Firenze
 

mercoledì 8 gennaio 2014

I libri del mese di gennaio

Leonardo Da Vinci e il suo megacervello - di Michael Cox - Salani
Sarà un caso che tutte le volte che mi trovo in mano un bel libro, con una bella storia, spesso è un libro edito da Salani? Geniale questo volume su Leonardo Da Vinci, che tratta con leggerezza e humor la vita del Grande "Leo", le sue opere, le sue invenzioni ed intuizioni ... E' un libro che leggerete volentieri, col sorriso sulle labbra, e all'ultima pagina vi accorgerete che non vi siete solo divertiti ... avete pure imparato qualcosa ... e senza fatica! Non è il massimo?
 

La macchina di Celestino - di Guia Risari - Lapis
Cosa fate quando siete stretti in mezzo al traffico? Brontolate, vi arrabbiate, strombazzate o vi perdete a digitare sul cellulare per ingannare il tempo? Questa favola per bambini (o per adulti, affinché ritrovino la saggezza perduta della lentezza?) vi condurrà per mano a conoscere Celestino e il suo modo diverso di vedere le cose ... Celestino è un Uomo che sa trovare un'alternativa di dolcezza alla rabbia. E come per magia, anche il mondo non potrà evitare di rimanere coinvolto in un girotondo di allegria. Un piccolo libro che si legge in pochissimo tempo, che va fatto decantare per ritrovare lo stupore di piccoli gesti che fanno bene al cuore.
 

Piccoli racconti di animali in Europa - Tony Wolf - Dami editore
Racconti semplici, di una sola pagina, per i più piccoli. In appendice due pagine sulle caratteristiche degli animali protagonisti dei racconti: dove vivono, cosa mangiano, curiosità particolari.

Il primo libro dei Puffi - Libri per ragazzi Mondadori. Se amate i piccoli ometti "alti due mele o poco più" questo è un volume divertente che vi farà scoprire tante particolarità dei curiosi personaggi blu! Ideato come un vero dizionario, voce per voce, i Puffi vi sveleranno i loro segreti! 

Nonno Tano - di Roberta Grazzani - Il battello a vapore: un tuffo nel mare di Sicilia! Ecco cosa farete leggendo questo libro! Una vacanza in compagnia di tre simpatici fratelli, un nonno adorabile, una nonna premurosa ... una storia simpatica, di vita vera, di quelle che piacciono tanto a me! Curiosando su internet ho visto che ci sono altri libri di questa scrittrice dedicati a nonno Tano. Non mancheremo di leggerli!
 

martedì 7 gennaio 2014

Segnalazione: presentazione del libro "Scrittrici italiane dell'800 e 900" a Firenze

 
Giovedì 16 gennaio ore 16.30 a Firenze, Palazzo Strozzi (Sala Ferri)
 
 
Diciotto signore della letteratura italiana vissute a cavallo tra Otto e Novecento si sottopongono al gioco creativo dell'intervista "impossibile" che svela aspetti inediti delle loro personalità e propone al lettore un ritratto che scavalca il vissuto dell'interrogata per allargarsi al suo tempo, al contesto socio-culturale in cui la letterata viveva e lavorava. Marchesa Colombi, Ida Baccini, Emma Perodi, Anna Vertua Gentile, Mara Antelling, Evelyn, Sofia Bisi Albini, Contessa Lara, Jolanda, Silvia Albertoni Tagliavini, Emma Boghen Conigliani, Anna Franchi, Ada Negri, Grazia Deledda, Paola Lombroso, Laura Orvieto, Térésah, Biancolina.

Segnalazione: scrittura collettiva a Roma

SCRITTURA COLLETTIVA® demo gratuita

A Roma giovedì 16 gennaio da Fefè Editore


Il Gruppo di Scrittura Collettiva® (Leonardo de Sanctis, Donatella Scotti, Steven Teixeira e altri) propone una lezione-dimostrazione gratuita di SCRITTURA COLLETTIVA® a Roma, nella sede di Fefè Editore, in Via Antonio Gramsci 48 (int.10/A, piano IV), giovedì 16 gennaio alle ore 18.
L'incontro è gratuito per chi porterà con sé un amico/a. Per i partecipanti single è previsto un costo di € 10.
Adesioni alla demo e info: fefe.editore@tiscali.it - 06.3201420 e 338.3733845.
Questa lezione-dimostrazione prelude al corso che prenderà il via a febbraio nella stessa sede. Il numero minimo di iscritti, condizione indispensabile, è di 8 persone. Il numero massimo è di 12/15. In caso di un maggior numero di iscritti si darà vita ad un secondo corso.
Il tema-base di quest'anno è LA MEMORIA (individuale, collettiva, storica ecc.). Il tema-secondario sarà scelto collettivamente dai partecipanti.
Per costi, modalità di pagamento, trasporti e altri dettagli sul corso:  http://www.fefeeditore.com/scrittura-collettiva®/i-corsi.html
La Scrittura Collettiva® è un metodo (non una tecnica) di scrittura che ha come obiettivo la redazione “in collettivo” di testi letterari in senso lato: quindi racconti e romanzi, ma anche copioni teatrali, sceneggiature cinematografiche ecc. Un gruppo di esperti in comunicazione e didattica - il Gruppo di Scrittura Collettiva® - ha rielaborato ed applica a realtà diverse i metodi usati da don Lorenzo Milani negli anni ’60 nella sua scuola di Barbiana. Dal 2006 il Gruppo ha svolto percorsi di Scrittura Collettiva® in scuole, centri culturali e centri di aggregazione sociale, con ragazzi, adulti e anziani, in ambienti sociali particolari e “difficili”.
Fefè Editore (editore di riferimento del Gruppo) ha pubblicato tre libri a Scrittura Collettiva® frutto di altrettanti percorsi: Cinque donne in Nero, prefazioni di Ginevra Bentivoglio e Daniela Fonti, appendice filosofica di Lucio Saviani; Il codice di re Anguilla, prefazione del Prof. Giovanni Bollea; Macarietto contro Luquoris, prefazione di Walter Veltroni.
 
INFO: fefe.editore@tiscali.it - 338.3733845 - 06.3201420

mercoledì 1 gennaio 2014

Benvenuto 2014

La colazione dei canottieri - Renoir


Durante la cena di ieri sera, abbiamo tutti avuto una bella sensazione quando uno degli invitati ha detto che se il 2014 sarà bello la metà di quello che è stato il 2013, non potrà che essere pienamente soddisfatto. Ha detto che aveva avuto un anno fantastico sotto tutti i punti di vista: la sua famiglia non aveva avuto problemi di salute, il lavoro era andato a gonfie vele, uno dei figli si era innamorato, trasferito in un’altra città per stare con la ragazza del suo cuore e là aveva trovato lavoro … che sospirone ho tirato! E che gioia ho provato dentro di me, finalmente, a sentire una voce “fuori dal coro” di scontento. In senso generale non abbiamo vissuto un anno facile e sicuramente nel mondo permane una situazione difficile, però … però … penso che dovremo sfruttare questo primo giorno dell’anno per rendere grazie. Di tutte le cose belle che abbiamo e che forse diamo per scontate. Sentiamoci felici per ciò che abbiamo conquistato o che ci è stato regalato dalla vita … e usiamo al meglio i doni ricevuti. Quindi voglio farvi un augurio per questo 2014 che si affaccia … Vi auguro di stare svegli, farvi toccare dalle emozioni, cacciare il vostro giudice severo e accogliere la vostra guida compassionevole, praticare il bene, donare, sentire il bisogno di poco e di quel poco essere appagati, sapervi commuovere. Vi auguro di essere curiosi, di non stancarvi di cercare e di provare. Vi auguro di ridere e di trovare il lato positivo di ogni cosa. Vi auguro di essere coraggiosi e creativi nell’affrontare le difficoltà. Vi auguro di imparare a lasciare andare cose e persone. Vi auguro di essere vivi, consapevolmente, e di trovare la forza di inseguire il vostro sogno. E infine, su tutto, vi auguro di coltivare la fiducia, la speranza, la tenacia.  
 
2014 ... punto e a capo! Con gioia!