Tutto da cambiare, Tonino!

Tutto da cambiare, Tonino!
Tonino è cresciuto ed è a spasso nella rete! Se vuoi puoi seguirlo su Blook Intrecci nella rete. Leggi tutto il libro gratis a puntate!

domenica 31 agosto 2014

Itinerari trekking per famiglie: da Compaccio al rifugio Ritsch (Alpe di Siusi)


Da Siusi, tramite la cabinovia, abbiamo raggiunto Compaccio (Compatsch - 1850 m.) e ci siamo diretti verso la seggiovia Panorama. Arrivati alla stazione a monte, a 2015 m (dove trovate anche un bar/ristorante con parco giochi) abbiamo raggiunto la baita Laurin percorrendo il sentiero 6 (che non presenta nessuna difficoltà, essendo quasi in piano) per ammirare le torri dello Sciliar.
 
Alpe di Siusi - D.D.
 Siamo quindi tornati sui nostri passi fino alla stazione a monte della seggiovia Panorama per seguire sempre il sentiero 6, ma in direzione Baita Tuene Hutte, Ritsch.
Alpe di Siusi - D.D.
 Il percorso è facile e in leggera discesa. Il panorama che si gode facendo questa camminata è fantastico, perché avete una visone a 360 gradi sulle Dolomiti e la Marmolada.
 
Alpe di Siusi - D.D.
 Il rifugio Ritsch è delizioso e ampio, sia all’interno che all’esterno. Ci sono anche uno scivolo e un girello per i bambini. Dopo una piccola sosta abbiamo preso l’autobus (linea 11) per tornare a Compaccio (2 euro a persona per tre fermate!). La fermata è dietro l’entrata del rifugio.

Contapassi: 11.801. Percorso e difficoltà fattibilissimi con i bambini.

Dalla stazione a monte della seggiovia Panorama, partono anche altre diverse  facili passeggiate:

baita Rauch, baita Sanon, baita Stella Alpina, Rosa Alpina, rifugio Mahlknecht, rifugio Zallinger, malghetta Sciliar, sentiero Hans e Paula Steger, malga Laranzer.
Felice cammino!

Segnalazione: “L’umanità dipinta con le parole” - CUBO Spazio Arte - Bologna (fino all'11 ottobre 2014)


Carlo Levi - autoritratto
CUBO dedica una mostra a Carlo Levi (Torino 1902 – Roma 1975), uno degli scrittori e pittori italiani più significativi del Novecento, nella quale sono esposte alcune sue opere appartenenti alla collezione del Gruppo Unipol e proiettati alcuni filmati d’epoca concessi dall’Istituto Luce. La mostra sottolinea la poliedricità di Carlo Levi, l’evoluzione del suo stile pittorico e la sensibilità acutissima che riversò nelle pagine dei suoi libri.
CUBO
Centro Unipol Bologna
Porta Europa
Piazza Vieira De Mello, 3 e 5
40128 Bologna
Per informazioni: tel. 051 507 60 60 fax 051 507 2535 email info@cubounipol.it
Se volete approfondire la conoscenza di Carlo Levi, potrebbe anche interessarvi il parco letterario a lui dedicato, ad Aliano: www.parcolevi.it info@parcolevi.it

Segnalazione: 1/9 opening festival VENTURINO VENTURI A SAN SALVI e 2/9 DINO CAMPANA

Da lunedì 1 a domenica 7 settembre

STORIE DIFFERENTI

Different stories

Festival internazionale di storytelling

Ingresso 5 euro, abbonamento per tutte le sere 10 euro

programma su www.chille.it

opening

 

Lunedì 1 settembre_ore 21.00

VENTURINO VENTURI A SAN SALVI

Vernissage esposizione e storytelling
con Giuseppe Fioravante Giannoni, Lucia Fiaschi – Casa Venturi, Claudio Ascoli.

 

Ingresso 5 €, abbonamento festival 10 €. Prenotazione consigliata.

L'esposizione, a ingresso libero con prenotazione consigliata, sarà aperta fino al 7 settembre 2014 negli orari degli spettacoli serali.


Un doppio appuntamento nel segno di
 Venturino Venturi.
In collaborazione con casa Venturi, sarà allestita una esposizione di dipinti, disegni e sculture dell'Artista, con particolare riferimento alle opere che Venturi realizzò nell'internamento a San Salvi.
A Venturino, dopo alcuni mesi passati in manicomio in totale inattività, fu concesso di dipingere; rivedremo in esposizione dal 1 al 7 settembre proprio i dipinti realizzati dal Maestro a San Salvi: una mostra assolutamente da non perdere!

Ma un Festival di storytelling si basa sul racconto e così la stessa sera del 1° settembre, l'amico (artista e psichiatra) Giuseppe Fioravante Giannoni e il critico d'arte e Direttore di Casa Venturi Lucia Fiaschi racconteranno per frammenti l'incredibile vita di Venturi e soprattutto il breve ma significativo periodo manicomiale.
Claudio Ascoli restituirà poi parole, pensieri ed aforismi dell'Artista, che vedremo infine "di persona" in un raro filmato, mentre racconta la sua idea di Arte e di Vita. In quest'intervista del 1973 Venturi è particolarmente pungente nel confronti di un'Europa che già considera "vecchia, non antica!"

 

Martedì 2 settembre_ore 21:00 
DINO CAMPANA. POESIA MUSICALE EUROPEA COLORITA

Festival internazionale di storytelling – Storie differenti

Ingresso 5 €, abbonamento festival 10 €. Prenotazione consigliata.


Performance con Claudio Ascoli, Marco Bianchini, Roxana Iftime, Irene Montagnani e Matteo Pecorini. E con il cantautore Max Larocca.

Un delicato omaggio a Dino Campana nell'anno centenario della pubblicazione dei Canti Orfici.
Claudio Ascoli racconterà la vita del poeta di Marradi. 
Gli attori Marco Bianchini, Roxana Iftime, Irene Montagnani e Matteo Pecorini, con la presenza speciale del cantautore fiorentino Max Larocca (che ha musicato molti poemi campaniani) daranno vita ad un vero e proprio concerto a più voci sulla Poesia musicale europea colorita che Campana pensò di aver raggiunto nella poesia che chiude il suo libro capolavoro: "Genova", poesia che ascolteremo anche in forma di canzone.

 Domenica 31 agosto ore 21 Palagio di Porta Guelfa

LA STORIA DI GINEVRA DEGLI ALMIERI

Storytelling itinerante tra via delle Oche, piazza San Giovanni e le vie del centro

con Giovanna Conforto (storyteller), Daniela Corradini (storico dell'arte)

e gli allievi del laboratorio di storytelling

Ingresso 5 euro. Ultimi posti. Prenotazione obbligatoria

"La storia di Ginevra degli Almieri" è un viaggio tra storia e leggenda attraverso le antiche strade di Firenze.

Una coinvolgente narrazione partendo da una incredibile storia d'amore e dai luoghi dove è nata.

L'evento è l'anteprima di "STORIE DIFFERENTI DIFFERENT STORIES" Festival internazionale di storytelling (San Salvi dall'1 al 7 settembre)..

Informazioni e prenotazioni: tel. 055-6236195 o e-mail info@chille.it 

martedì 26 agosto 2014

"Depressione" post vacanze? Provate il trekking urbano a Firenze!


Giuseppe Moricci - Il mercato vecchio di Firenze
Se ripensate con nostalgia alle vacanze appena trascorse e siete a caccia di un metodo per eliminare la tristezza da rientro ... perché non provate a camminare e scoprire la vostra città come se foste ancora dei turisti? C'è un'utile app da scaricare con il nome "Firenze the Walking City". Nell’applicazione si possono consultare tutti i percorsi con lunghezza, dislivello, pendenza max, tempo medio di passeggiata e corsa e il profilo altimetrico. In più potete vedere i punti d’interesse all’interno di ogni itinerario, è possibile navigare attraverso Google Maps all’interno di ogni percorso, è possibile attivare sulla mappa la visualizzazione degli impianti sportivi, rastrelliere, bagni pubblici e punti WiFi. Correte a mettervi delle belle scarpe comode! 
Henry Holiday - Incontro fra Dante e Beatrice lungo le rive dell'Arno
 

Segnalazione: ultime due repliche di "Divento vento" alla Villa Medicea della Petraia e le letture al Museo di Casa Siviero

Ultime due repliche di "DIVENTO VENTO - conversazione (in)credibile con il Ventaglio" di Marcello Lazzerini  alla Villa Medicea della Petraia  il 27 e  28 Agosto. E un gradito ritorno con le letture al Museo di Casa Siviero il 26 Agosto e il 02 Settembre. Le due serate a Casa Siviero sono realizzate in collaborazione con la Regione Toscana e sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti con prenotazione obbligatoria al n. 333 2284784

La Compagnia delle Seggiole
Il Polo Museale Fiorentino
La Commissione Cultura del Quartiere 5 – Comune di Firenze
Ente CRF Firenze
il CRAlgiàBT

Insurance Service/AXA Art
presentano
da un’idea di Luisa Moradei
13-14-20-21-27-28 Agosto 2014
Ore 21,00
 VILLA MEDICEA DELLA PETRAIAVia della Petraia 40 – Castello (Fi)
 
DIVENTO VENTO
Conversazione (in)credibile con il Ventaglio
scritta da Marcello Lazzerini
con inserti teatrali tratti da
C. Goldoni e O. Wilde
 
a cura di Sabrina Tinalli
selezione musicale a cura di Vanni Cassori
con (in ordine alfabetico):Fabio Baronti, Anna Collazzo, Marcello Lazzerini, Chiara Macinai, Sabrina Tinalli
Allestimento e Luci a cura di Daniele Nocciolini e Fabrizio Rosazza
 
Intero 15,00 euro – Ridotto 12,00 euro
Info e prenotazioni (dopo le ore 14,00):
333 2284784
  
a tutti i partecipanti sarà offerto un curioso ventaglio…
 
 Dopo lo spettacolo
sarà possibile visitare la Villa Medicea della Petraia
inserita, dal Giugno 2013,
nel PATRIMONIO DELL’UMANITA’ DELL’UNESCO
 
La Compagnia delle Seggiole torna nello splendore della Villa medicea della Petraia a Castello, dichiarato dall’Unesco patrimonio dell’umanità, con uno spettacolo del tutto originale, attraverso il quale si dà voce, anima e… sapienza, ad  un oggetto che dagli antichi egizi ai giorni nostri accompagna gli uomini e, sopratutto le donne, delle quali è stato ed è ancora  strumento di vanità, seduzione, sicurezza, potere, dialogo con l’altro sesso e anche di “liberazione”.
Un oggetto bellissimo, leggero, a volte solenne, variabile nelle forme e nei colori, con il mutar dei gusti e delle mode, cantato da poeti, celebrato dal teatro, dalla lirica, dalla danza, dal cinema, illustrato da artisti di grande fama – Ingrés, Picasso, Modigliani, Gauguin, Manet, Fattori e tanti altri – un oggetto che porta un nome maschile, in quasi tutte le lingue del mondo, ma la cui natura è essenzialmente femminile, un oggetto amato in Occidente ma soprattutto in Oriente, per secoli depositario di una sua “sacralità”, gioia e dolore di Musei e Collezionisti; ebbene, a questa magica creazione, fragile e delicata  come un soffio di vita, la Compagnia delle Seggiole capitanata da Fabio Baronti rende omaggio, da un’idea di Luisa Moradei, con uno spettacolo articolato su una delle (in) credibili conversazioni scritte da Marcello Lazzerini e due sketch tratti da due autori celebri e amati come Oscar Wilde e Carlo Goldoni. Sarà anche una grande occasione per visitare la Villa Medicea della Petraia, divenuta residenza di Vittorio Emanuele II, goderne la bellezza e il panorama e trascorrere una serata all’insegna dello svago e della cultura.
 
************************************************************************************
A grande richiesta tornano le
LETTURE AL MUSEO DI CASA SIVIERO,
curate da Sabrina Tinalli
e realizzate in collaborazione con la Regione Toscana

Martedì 26 Agosto ore 20,30 e 21,30
Martedì 02 Settembre ore 20,30 e 21,30

al termine della lettura sarà possibile visitare
la Casa Museo di Rodolfo Siviero
INGRESSO GRATUITO 
con prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento di posti
info & prenotazioni dopo le ore 14,00 al n. 333 2284784

Museo di Casa Siviero
Lungarno Serristori 1/3 - Firenze
 




Segnalazione: gara podistica non competitiva a Poggibonsi 7 settembre 2014


domenica 24 agosto 2014

Itinerari trekking per famiglie: da Castelrotto a San Michele

Alpe di Siusi agosto 2014 D.D.
Durante le nostre vacanze a Castelrotto, abbiamo fatto questa piacevole camminata, che è adatta anche ai bambini (con un po’ di volontà! Non mancheranno gli animali da ammirare lungo il percorso, e questo sarà sicuramente un incentivo per loro!)
 
L’escursione parte da Castelrotto (1060 m) e arriva alla chiesetta di S. Michele (1282 m) in circa 1 ora e 40 minuti. Per il ritorno abbiamo deciso di prendere l’autobus, poiché aveva cominciato a piovere … purtroppo il tempo non è stato clemente quest’anno … L’idea iniziale era di arrivare fino a Passo Pinei (1442 m) per ammirare il panorama sulla Val Gardena, ma forse con i bambini sarebbe stata davvero una camminata troppo lunga, anche se non avesse iniziato a piovere! A occhio e  croce, da Castelrotto a Passo Pinei, andata e ritorno, dovrebbero essere circa 4 ore di cammino buone.
 
In ogni modo, se volete fare la nostra passeggiata, dovete partire dal retro della Chiesa di Castelrotto seguendo il segnavia 10. Dopo poco, all’asfalto si sostituiscono sentieri, prati, boschi. Passerete anche davanti a quella che fu la casa di Leo Santifaller (noto storico nato a Castelrotto nel 1890), fino a incontrare ampi rovi di more, quest’anno piuttosto in ritardo, forse per il clima strano di quest’estate … abbiamo visto anche un piccolo roditore che se ne stava beato lungo il sentiero e che non è scappato nemmeno al nostro passaggio e più avanti cavalli, alpaca (questi non me li aspettavo!), mucche.
 
il piccolo roditore lungo il sentiero - D.D.
 
gli alpaca, incontro inaspettato - D.D.
Se avete intenzione di pranzare con dei panini portati da casa, poco prima di arrivare alla Chiesa di San Michele troverete la scuola del paese e la caserma dei vigili, e proprio lì davanti c’è un comodo tavolino e delle panche di legno. Per far divertire i bambini ci sono anche un’altalena e una “casina” sull’albero. La parte più faticosa è proprio il bosco che si attraversa prima di raggiungere il paese, a causa della salita costante.
 
il bosco che porta a San Michele - D.D.
 
Ha cominciato a piovere proprio quando siamo arrivati davanti alla chiesetta, che abbiamo trovato aperta. Dopo una piacevole sosta per ammirarne l’interno, ci siamo rifugiati sotto il casottino della fermata dell’autobus per tornare a Castelrotto. Le corse non sono molto frequenti (e non molto economiche!), e per ingannare l’attesa ci siamo messi a leggere “Storie del bosco antico” di Mauro Corona: brevi racconti sugli animali dei boschi che sono piaciuti molto ai bambini.
Panorama su Castelrotto da San Michele - D.D.
Dato che i tempi di percorrenza dipendono molto dal passo dei camminatori, per cercare di darvi un’idea più precisa sul grado d’impegno di questa passeggiata, vi dirò che il contapassi segnava 10.386 passi (Castelrotto-San Michele).
Dopo la pioggia siamo stati premiati con un arcobaleno magico - D.D.
 

lunedì 18 agosto 2014

Segnalazione: premio letterario La Giara 2014

Torna il Premio Letterario La Giara, ideato per far conoscere giovani potenziali scrittori presenti su tutto il territorio nazionale. Se avete meno di 39 anni e un manoscritto in cui credete, potete inviarlo alla vostra sede regionale di appartenenza. Il vostro manoscritto dovrà superare tre fasi di giudizio prima di giungere eventualmente alla terna finalista. La commissione sarà composta da esperti della narrativa e dell’editoria.

Dopo questa prima tappa, i manoscritti verranno sottoposti alla Commissione Nazionale composta da Pier Luigi Celli (Rettore Università Luiss), Antonio Debenedetti (scrittore, critico letterario), Gian Arturo Ferrari, Paolo Mauri (critico letterario e storico della letteratura), Franco Scaglia, Marino Sinbaldi (Direttore Radio3, Presidente Teatro di Roma), che individuerà i tre migliori romanzi tra i semifinalisti selezionati.
Scadenza: 31.12.2014
www.premioletterariolagiara.it

Segnalazioni: Avete impegni per l'ultima settimana di agosto? Stage di storytelling a Firenze.

Entro mercoledì 20 agosto
è ancora possibile iscriversi allo stage a numero chiuso
COME FARE STORYTELLING
con Giovanna Conforto (storyteller) e Daniela Corradini (storica dell’arte), fondatrici di Strolling stories.
Tema: “La storia di Ginevra degli Almieri”. Un viaggio attraverso le antiche strade di Firenze alla riscoperta della vita di Ginevra degli Almieri.
 
Lo stage, pratico-teorico, insegna come realizzare uno storytelling (narrazione) partendo da una storia e dai luoghi dove è nata.
I partecipanti costruiscono con le insegnanti uno storytelling su Ginevra degli Almieri, che presenteranno domenica 31 agosto alle ore 21,
con un’azione itinerante tra via delle Oche e Piazza San Giovanni.
L’evento è l’anteprima di “STORIE DIFFERENTI DIFFERENT STORIES” Festival internazionale di storytelling (San Salvi dall’1 al 7 settembre).
 
Lo stage si svolge da Lunedì 25 agosto a Venerdì 29 agosto: calendario e ulteriori Info su www.chille.it  
Costo di iscrizione allo stage 50 euro.
POCHI POSTI ANCORA DISPONIBILI. Per gli interessati: iscrizione tramite mail o telefono entro mercoledì 20 agosto.

giovedì 14 agosto 2014

Mondadori: cosa succede nel Viale Manfredo Fanti a Firenze?

Circa un mese fa sono rimasta colpita, passando dal Viale Manfredo Fanti, da due striscioni attaccati al cancello del numero civico 53 b e c.



 
Non sapendone molto ho cercato su internet e su www.stamptoscana.it e www.controradio.it ho trovato alcune notizie. Sembra che la Mondadori sia intenzionata a chiudere il magazzino di Signa entro il 31 dicembre 2014. I lavoratori hanno scritto una lettera al Sindaco di Firenze e di Signa, spiegando che il problema non è solo la perdita del posto di lavoro, ma anche un "depauperamento culturale, produttivo e occupazionale a danno della realtà fiorentina attuato dal Gruppo Mondadori da quando nel 1999 acquisì la Casa Editrice Le Monnier”. 
 
Non sono riuscita a sapere più niente su questo argomento. A che punto è la situazione? E' cambiato qualcosa? La decisione è ormai definitiva? Che fine faranno le persone che lavorano lì?
 
Purtroppo di striscioni di questo tipo ormai se ne vedono parecchi dappertutto ... dall'inizio della "crisi" (ormai parliamo di anni) tante ditte, aziende e negozi hanno chiuso. L'estate e le ferie contribuiscono a farci dimenticare i problemi di chi sta rischiando il posto di lavoro ... qualcuno vuole scrivere un pensiero o aggiornare le notizie in merito?
 

lunedì 11 agosto 2014

Laboratorio di restauro: ricette per curare i vostri libri più cari (con un piccolo aiuto dei vostri bambini)


A volte i libri che più amiamo e quelli più carichi di ricordi sono proprio i più sciupati, per via del tanto sfogliarli, prenderli in mano, leggerli e rileggerli. Prima che diventino troppo malridotti, correte ai ripari per un restauro casalingo! Qui di seguito vi spiego come realizzare una colla speciale con la farina. E’ bene usare questo tipo di colla per i vostri libri cari, perché è una colla reversibile, in altre parole si scioglie con l’acqua, e questo può essere un elemento a favore qualora abbiate sbagliato ad incollare! In più, essendo fatta con materiali naturali, potrà essere usata senza preoccupazioni anche dai vostri bambini, se vorranno aiutarvi nel vostro laboratorio di restauro! Ecco come fare: prendete 50 grammi di farina e mettetela in un pentolino, poi a filo cominciate a versare un po’ d’acqua (vi serviranno circa 250 ml di acqua in tutto) e cercate di amalgamare bene (potete usare una frusta). Versate via via tutta l’acqua, continuando a mescolare e poi mettete il pentolino sul fuoco, a fiamma bassa. Continuate a mescolare e portate a bollore. Quando avrete raggiunto una consistenza tipo besciamella, aggiungete un cucchiaino di zucchero e un cucchiaio di aceto di vino bianco e amalgamate bene questi due ultimi ingredienti. Fate raffreddare e mettete la vostra colla naturale in un barattolino. Quella che avanza può essere conservata in frigo qualche giorno. Per evitare sprechi, una volta imparata la ricetta con le dosi date qui sopra, potrete provare a fare solo la quantità che vi serve, cercando di adattare le dosi a quantità più piccole.
Felice laboratorio!

Abbiamo fatto una giunta di cartoncino giallo per ogni pagina di questo libretto cartonato (le pagine erano tutte staccate!) e poi abbiamo rilegato di nuovo il libro.

tipo di rilegatura alla giapponese

Incidete i vari punti dove deve passare il filo della rilegatura con un punteruolo

Ecco il libro ultimato! La cucitura è stata fatta con ago e filo.
 

Leggere e scrivere! Proposte per schede pro memoria per la vostra biblioteca personale


Da diverso tempo tengo memoria di tutti i libri che leggo, e questo risulta particolarmente utile quando qualcuno mi chiede consiglio su un libro da leggere o regalare. Per ricordare con facilità, anche a distanza di anni, i libri che avete letto e che vi sono piaciuti, potete fare delle schede pro memoria. Potreste prendere un quadernino e organizzare la scheda così:

TITOLO DEL LIBRO

AUTORE

SINOSSI (che parola difficile! In realtà la sinossi è solo un riassunto del libro, niente di terribilmente complicato!)

SENTIMENTI PROVATI (gioia, noia, divertimento) J L (potreste disegnare un' emoticon)

UN VOTO

COMPRATO IL _________ A _______________ oppure

REGALATO DA ____________ PER _______________ (il mio compleanno, Natale, la fine della scuola, ecc.)

Se volete, potete disegnare la parte della storia che vi è piaciuta di più.

Quando qualcuno vi regala un libro, chiedetegli di scrivere un pensiero nelle prime pagine. O se non è possibile e il bigliettino che accompagnava il regalo non è eccessivamente grande, potete attaccarlo sulla seconda o terza di copertina. Sarà un bel ricordo quando a distanza di anni riprenderete in mano il libro!

Oppure potete organizzare una cartella sul vostro computer per raccogliere i file dei libri letti. A voi la scelta poi se stamparli o no. Con l’aiuto dei vostri genitori potreste anche cercare un’immagine su internet che rappresenti al meglio, secondo il vostro giudizio, il contenuto del libro.

Se vorrete condividere con noi i vostri lavori, non avete che da mandare una mail! Pubblicheremo volentieri un post con la vostra scheda.

A presto! Felice lettura!