Tutto da cambiare, Tonino!

Tutto da cambiare, Tonino!
Tonino è cresciuto ed è a spasso nella rete! Se vuoi puoi seguirlo su Blook Intrecci nella rete. Leggi tutto il libro gratis a puntate!

venerdì 31 luglio 2015

SABATO 1 AGOSTO TORNANO LE “PANCHINE PARLANTI” A TOSI


Una piacevole tradizione che ormai ogni anno si ripete, per la gioia di villeggianti e residenti: le “Panchine Parlanti”.
Questo singolare spettacolo è realizzato dalla Compagnia dell’Orsa e dal Teatro Excelsior, in collaborazione con il Comune di Reggello. Il prossimo appuntamento è per sabato 1 Agosto nella frazione reggellese di Tosi, alle ore 21.00. Basterà seguire il percorso segnalato e stare in ascolto, alla ricerca degli improvvisi interventi teatrali.
Per informazioni
orsa@teatroexcelsior.it  tel.055869190

2 agosto alla Certosa di Calci - Solitudo violata. La Certosa di Calci nella Grande Guerra


In occasione dei festeggiamenti per il patrono di Calci, Sant'Ermolao, i Servizi Educativi della Certosa di Calci organizzano a sorpresa un'attività per famiglie sul tema della mostra "Solitudo" violata. La Certosa di Calci nella Grande Guerra.

Un'occasione del tutto particolare, gratuita per i bambini (è previsto il pagamento del solo biglietto di ingresso alla Certosa per gli adulti), per visitare la Certosa da un punto di vista davvero insolito, per la prima volta estraneo al mondo monastico e legato a un periodo poco conosciuto vissuto dalla Certosa.

Al termine della visita, la consueta attività laboratoriale a tema.

 

Qui di seguito la descrizione dell'attività.

 

Jack, Margherita e Josef: ospiti inattesi in Certosa

 

Cosa ci fanno un soldato fiorentino, una signorina calcesana e un maggiore austriaco nella casa dei certosini? Non erano forse i monaci gli unici abitanti di questo bellissimo monastero?

Non cento anni fa...quando tutto il mondo fu travolto da turbamenti e dolorosi cambiamenti. Ci affidiamo a Jack, Margherita e Josef per esplorare la Certosa con i loro occhi e scoprire le incredibili trasformazioni che subì allora. Curiosi di sperimentarlo insieme?

 

Al termine del percorso, comprendente la visita della mostra “Solitudo” Violata, una curiosa attività laboratoriale: e tu? Come trasformeresti oggi la Certosa? Useremo forbici e carta colorata per mettere alla prova la nostra fantasia...

 

Che cosa: visita animata per famiglie degli ambienti principali della Certosa e della mostra Solitudo Violata + laboratorio didattico.

Chi: famiglie con bambini dai 5 ai 13 anni.

Quando: sabato 2 agosto ore 17 (fino alle 18.30 circa).

Quanto costa: gratuito per i bambini; 5 euro ad adulto per il biglietto di ingresso al Museo della Certosa.

Come prenotare: prenotazione obbligatoria telefonando al numero 391 1300926 o scrivendo a didatticaincertosa@gmail.com.

 

Servizi Educativi del Museo Nazionale della Certosa Monumentale di Calci
MUSEO NAZIONALE DELLA CERTOSA DI CALCI
Via Roma 79
56011 Calci (PI)


Tel. 391 13 00 926 lunedì h 9-14 / 16-19 martedì e mercoledì h 16-19


 

On line il decimo capitolo di "Antonio. Punto e a capo!"

http://blookintreccinellarete.blogspot.it/2015/07/antonio-punto-e-capo-decimo-capitolo.html

In questo capitolo, Antonio conosce Giaele, e la sua fantasia lo porta a immaginare che sia una "principessa" vestita di un abito meraviglioso ... ma è davvero così? O forse è solo una persona con una sensibilità speciale, disposta a rivelare un segreto ad Antonio?


"Vieni con me. Ti voglio mostrare una cosa – mi ha detto, porgendomi di nuovo la sua mano lunga e affusolata. Senza parlare mi sono fatto guidare fuori del suo studio e ci siamo inoltrati nel castello incantato, con il cuore che mi batteva all’impazzata".
 
Estratto dal capitolo dieci di "Antonio. Punto e a capo!"
 

 

Una miniera di stimoli, ricordi, creatività, relax … cos’è? Lo scrapbooking


Vi ricordate i nostri diari di scuola, che già a metà anno scolastico avevano quasi raddoppiato il loro volume? Erano tutti pieni di frasi, aforismi che ci avevano colpito, disegnini, biglietti dell’autobus e dei concerti appiccicati, foto … ecco, tutto quello che facevamo naturalmente e che non chiamavamo in nessun modo negli anni 80 (almeno io) adesso ha il nome di scrapbooking. Beh, con qualche variante, si capisce, ma insomma alla fine si tratta di questo. Costruire un quaderno/diario/agenda di ricordi. Molti lo fanno per ricordare i viaggi e le vacanze in generale, alcuni adesso lo stanno iniziando a usare anche per studiare. Insomma, ognuno piega quest’attività creativa agli usi che più gli servono o piacciono. Per noi che amiamo scrivere, fare un bel diario delle vacanze con questa tecnica può aiutarci a fermare tanti ricordi e diventare così una miniera di buone idee per sviluppare in seguito dei progetti di scrittura. Inoltre è un’idea da proporre ai bambini, sia perché è un passatempo che li stimola sotto vari profili, non ultimo quello manuale, sia perché si esercitano a scrivere testi (senza accorgersene!) divertendosi e facendo così affiorare idee e riflessioni profonde, che altrimenti resterebbero solo a livello di pensiero.

Cosa vi serve, dunque, per il vostro libro d’artista (mi piace chiamarlo così):

-      Un quadernone ad anelli, nel quale potreste alternare, ai fogli appositi, dei fogli da disegno, ruvidi o lisci, forati con una perforatrice. Altrimenti potreste anche fare personalmente il vostro quaderno, usando vari tipi di fogli, anche colorati, e cucendo poi a mano il tutto. Ci sono vari tutorial su youtube, che insegnano come comporre un libretto (ma vanno bene anche quaderni a spirale o normali quaderni);

 

-      Cominciate a mettere da parte ritagli di riviste che trattino del luogo dove andrete. Durante il viaggio non dimenticate una visita al punto informazioni turistiche della città per prendere volantini e cartine. Altre cose da tenere da parte possono essere: tovagliolini di carta con il logo del locale dove siete andati a mangiare, petali di fiori, le etichette delle bustine di tè, biglietti di metropolitane, concerti, mostre, musei, ricevute di alberghi, contri di ristoranti e pub, carte d’imbarco, ecc.

 

-      Un piccolo astuccio con lapis, una gomma, penne, colla in stick, forbicine. Potreste portare con voi anche delle matite acquerellabili o una scatolina tascabile di acquerelli (sono davvero piccole). Di solito contengono otto mezzi godet assortiti e un pennellino da viaggio. Sono utili per buttare giù qualche schizzo durante le pause di riposo, se trovate un goccino d’acqua (alle brutte, i bambini non disdegneranno di usare pure un filino di saliva, se proprio l’acqua non si trova … non fate quella faccia schifata! Sarà successo anche a voi, almeno una volta nella vita, no?).

 

-      Adesso non vi resta che scrivere! Senza stare troppo a pensare. E’ il vostro unique, non deve passare al vaglio di un severo editore! Bastano anche piccole note, battute simpatiche, scarabocchi, appunti sul meteo, sensazioni, frasi di una canzone che state ascoltando o che vi piace molto: tutto quello che può catturare il momento e farvi ricordare quella particolare giornata quando risfoglierete il libro.

 

-      A meno che non sia molto ingombrante, vi conviene portare con voi il vostro “libro”, per poterlo aggiornare durante le pause. Tendiamo a dimenticare molto in fretta e se rimandiamo sempre, rischiamo di arrivare a fine vacanza e di aver riempito solo pochissime pagine. Inoltre, appuntare qualcosa nel momento stesso in cui vi viene in mente, rende la scrittura molto più spontanea e fluida.

 

Ecco, siamo pronti! Valigie fatte e un progetto creativo in tasca.
 
Buone vacanze!   

 
Songs of Innocence di William e Catherine Blake

lunedì 27 luglio 2015

Tre capitoli di "Antonio. Punto e a capo!" appena pubblicati on line

http://blookintreccinellarete.blogspot.it/2015/07/antonio-punto-e-capo-settimo-capitolo.html

http://blookintreccinellarete.blogspot.it/2015/07/antonio-punto-e-capo-ottavo-capitolo.html

http://blookintreccinellarete.blogspot.it/2015/07/antonio-punto-e-capo-nono-capitolo.html

Valentina "trasforma" Tonino in Anthony e mentre Antonio va a casa di Stefano, si imbatte in un gruppetto di ragazzi poco rassicuranti ... come se la caverà?

"Poi mi si para davanti. Vedo la sua maglietta che tira su un corpo perfettamente scolpito da miliardi di ore spese a fare sport ...
– Magari il moccioso non sa che la strada è nostra. Se vuoi passare di qui devi pagare una gabella, servo della gleba! Sgancia i soldi che ti ha dato mammina per la merenda!
Tutti ridacchiano e restano a guardarmi."

estratto da "Antonio. Punto e a capo!"

venerdì 24 luglio 2015

On line il sesto capitolo di "Antonio. Punto e a capo!"

http://blookintreccinellarete.blogspot.it/2015/07/antonio-punto-e-capo-sesto-capitolo_24.html

"E così ho raccontato a Leonardo tutta la storia perché avevo voglia di sfogarmi e poi perché così l’avrebbe abbozzata di chiedermi perché mai non andavo con lui nel corridoio, dato che c’era Gennaro che chiedeva di me …"

(estratto dal capitolo 6)

Mamma mia! Ad Antonio non è passata, eh? Davvero l'amicizia fra Gennaro e Antonio è destinata a finire? Vi siete mai trovati nella stessa situazione? E se sì, come avete risolto il problema?

Continuate a seguire la storia di Antonio. E mandatemi i vostri commenti!

Letture estive per bambini: I maestri dell'arte. Vincent Van Gogh. Ed. 24 Ore Cultura


Ho sempre pensato che lo scopo dei libri fosse, oltre a divertire i bambini e i ragazzi, quello di educare al bello. E questo si realizza sempre quando si ha fra le mani un volume curato in ogni suo aspetto: la solidità della storia, le illustrazioni accurate, la pregevolezza della carta. Tutto questo è presente nel bel volume “I maestri dell’arte, Vincent Van Gogh, La storia illustrata dei grandi protagonisti dell’arte” (Ed. 24 Ore Cultura). Quest’anno, per varie ragioni, in diverse città e contesti si dà omaggio a Van Gogh. E’ un pittore che ho sempre sentito vicino come sensibilità e dal quale sono rimasta ulteriormente incantata durante la mostra “Van Gogh alive”, dove sono andata per incontrare il pittore e dove ho trovato, fortissima, la figura dell’uomo e dello scrittore. E delle molteplici sfumature di Van Gogh si parla anche in questo libro. Attraverso brevi capitoli, nei quali grande spazio è dedicato alle efficaci e intense illustrazioni di Gianfranco Enrietto, ripercorriamo la vita di Vincent: dalla nascita, con brevi scorci sull’Olanda, al primo lavoro come commesso d’opere d’arte, alla scoperta della pittura come senso di tutta una vita. La storia del pittore è intervallata da alcune analisi di dipinti, sempre spiegati in termini comprensibili ma profondi, che rivelano la sensibilità di Van Gogh e la ragione delle scelte cromatiche. Fra i dipinti in primo piano: “I mangiatori di patate”, “Girasoli in un vaso”, “Caffè notturno”, “Notte stellata”, “Autoritratto”. Il volume è stato pubblicato in concomitanza con la mostra allestita a Palazzo Reale di Milano (Van Gogh. L’uomo e la terra); idea senza dubbio felice e di aiuto per quelle famiglie che hanno deciso di visitare la mostra con i figli (purtroppo la mostra si è conclusa a marzo). Auspico sempre più famiglie alle mostre, e potrebbe essere una buona idea regalare il volume ai vostri figli per educarli gradatamente alla visione di opere d’arte. Non è mai troppo presto per cominciare. Proprio oggi sfogliavo il libro insieme a due bimbe di 5 anni, che si mostravano estremamente interessate, sia ai dipinti, sia a chi fossero le persone illustrate. Forse siamo noi adulti più bisognosi di imparare un linguaggio adatto per proporre l’arte ai bambini. Proprio per questo, consiglierei questo volume anche a un pubblico adulto, che non vuole rinunciare a far amare l’arte ai più piccoli.

 

A tale proposito vi segnalo che:

:-) nella stessa collana potete trovare anche

-      Jackson Pollock

-      Vasilij Kandinskij

-      Gustav Klimt

-      Marc Chagall

:-) a Palazzo Strozzi, dal 24 settembre 2015 al 24 gennaio 2016, sarà allestita la mostra “Bellezza divina tra Van Gogh, Chagall e Fontana”. Oltre cento opere di artisti italiani e internazionali, per analizzare il rapporto fra arte e sacro fra metà Ottocento e metà Novecento.  

Letture estive


“Amici” Einaudi Scuola

Questo volume raccoglie 17 racconti di alcuni grandi autori, come Moravia, Maupassant, Ginzburg, Wilde, Levi, Naipaul, Babel’ e molti altri, che attraverso i loro scritti analizzano l’amicizia e le sue numerose sfumature.
Leggete un po' com'è bella questa descrizione. Sembra che lo scrittore abbia dipinto con le parole le figure di questi due giovani soldati:

 “Erano piccoli, magri, sperduti nei cappotti troppo larghi e lunghi che coprivano loro anche le mani, impacciati dai pantaloni rossi troppo ampi, che li obbligavano ad allargare le gambe per camminare svelti. E il chepì alto e duro non lasciava vedere quasi le loro facce, due povere facce macilente di Bretoni, ingenue, di un’ingenuità quasi animale, con certi occhi azzurri dolci e calmi”.

“Guy De Maupassant “Soldatino” (da “Novelle”)

Dal Baroque al Rock: sabato 25 luglio ore 21:30, Teatro romano di Fiesole.



giovedì 23 luglio 2015

E' on line il quinto capitolo di "Antonio. Punto e a capo!"


"C’è un coro di risposte positive dalle quali emerge un solo “no, io non posso, bisogna che scappi subito” e prima ancora che lui mi abbia visto, sono io a vedere lui."

(estratto dal capitolo 5)

Finalmente si svela il mistero su Gennaro! Riportando il guantone a Filiberto, Antonio scopre che ...

http://blookintreccinellarete.blogspot.it/2015/07/antonio-punto-e-capo-quinto-capitolo.html

Se fosse successo a voi come avreste reagito?

Arrivederci alla prossima puntata!

sabato 11 luglio 2015

E' on line il quarto capitolo di "Antonio. Punto e a capo!"


In questo capitolo Antonio e la mamma vanno a parlare con la maestra del brutto voto della verifica di matematica ... ma la maestra ha già pensato a una brillante soluzione! Cosa avrà escogitato per aiutare Antonio? Qualcosa che non ha niente a che vedere con noiosi esercizi ... scoprilo qui!

http://blookintreccinellarete.blogspot.it/2015/07/antonio-punto-e-capo-quarto-capitolo.html


"- A volte vanno fatti dei piccoli sacrifici Antonio, per il bene di tutti. So che adesso è difficile da accettare, ma lo capirai meglio …  

- … quando sarò grande! - concludo io per lei, alzando gli occhi al cielo rassegnato. Odio quando gli adulti dicono così!"
 
(estratto dal capitolo 4)

 

venerdì 10 luglio 2015

Scacco matto in biblioteca!

Biblioteca comunale Mario Luzi
Via Ugo Schiff 8
50137 Firenze (FI)
Telefono: 055.669229

Nei mesi di luglio e agosto, a giorni alterni, e' possibile giocare con i
grandi scacchi della Biblioteca, un gioco silenzioso che bene si adatta
all'ambiente. E' sufficiente essere iscritti alla Biblioteca. Potete prenotare
direttamente al banco. Troverete anche alcuni libri tematici, di cui alcuni
molto recenti, disponibili in consultazione fino alla fine di agosto.
Partecipazione gratuita su prenotazione allo 055 669229

Passeggiata narrata per le strade del Quartiere 2 a Firenze

Mercoledì 15 luglio ore 21.30

Passeggiata narrata per le strade del Quartiere 2

A cura dell'associazione culturale Sconfinando

 

Il Quartiere 2 è ricco di storia, aneddoti e curiosità. Vieni a scoprirli con noi!

Ritrovo ore 21.15 al piazzale di Villa Arrivabene, Piazza Alberti 1/a Firenze

 

Evento inserito nel cartellone per l'estate del Quartiere 2

guarda il programma completo su

http://q2.comune.fi.it/export/sites/q2/materiali/serestate15.pdf

Sconfinando
Associazione Culturale
Eleonora, Elisabetta, Francesca
3208259571  -  3899959482  -  3397174469
www.sconfinandointoscana.it


CIRCOLARE BUS + TREKKING A REGGELLO I SENTIERI SI SCOPRONO CON IL BUS

 

CIRCOLARE BUS + TREKKING A REGGELLO I SENTIERI SI SCOPRONO CON IL BUS

Già in funzione il mezzo che porta i turisti in montagna con un maggior numero di corse

Scoprire i luoghi più suggestivi di Reggello, senza bisogno di utilizzare l'auto, andare a fare una passeggiata a Vallombrosa o recarsi a Reggello per motivi turistici o per le semplici commissioni di tutti i giorni, senza usare l'auto.
È già in funzione anche quest'anno nel territorio reggellese il servizio Circolare-Bus+Trekking che quest'anno sarà disponibile per un numero maggiore di giorni e precisamente fino al 30 agosto. Si tratta di un mezzo pubblico che partirà da Reggello o da Cascia, a seconda dell'orario, ed arriverà a Vallombrosa e toccherà tutti i luoghi più suggestivi del territorio. Tra le fermate ne segnaliamo tre Bivio Secchieta, Vallombrosa-Bivio Consuma e Vignale da qui infatti partono dei suggestivi itinerari trekking che si potranno percorrere e tornare a casa nuovamente con il bus. Una ghiotta occasione per i tanti turisti del territorio, per gli amanti delle escursioni e delle camminate.
Generalmente, comunque il bus potrà essere utile per evitare l'utilizzo dell'auto e permettere ad esempio ai turisti che soggiornano a Vallombrosa o Saltino, di andare a Reggello per visitarne le bellezze o a Cascia per il Museo Masaccio, ma anche per poter fare la spesa e sbrigare tutte le piccole commissioni quotidiane. Quest'anno sono anche state potenziate le corse di collegamento tra Reggello e Cascia, le corse sono in tutto 7 e 3 partono addirittura da Figline Valdarno.
Numerose sono le corse giornaliere, l'orario completo si può trovare sul sito del comune di Reggello o in tutti i luoghi di pubblica utilità, dove si possono acquistare anche i biglietti dal costo di 1 euro per la corsa semplice, 2.20 per il percorso lungo e 4,40 per il biglietto giornaliero, che permette di sfruttare tutte le corse della circolare.


DOMENICA TORNANO LE PANCHINE PARLANTI


 

DOMENICA TORNANO LE "PANCHINE PARLANTI"

Primo appuntamento a Pietrapiana alle 21

Una piacevole tradizione che ormai ogni anno si ripete, per la gioia di villeggianti e residenti le "Panchine Parlanti".
Questo singolare spettacolo è realizzato dalla Compagnia dell'Orsa e dal Teatro Excelsior, in collaborazione con il Comune di Reggello. Il primo appuntamento è per domenica prossima, 12 luglio dalle 21 alle 23 nella frazione reggellese di Pietrapiana. Basterà seguire il percorso segnalato e stare in ascolto, alla ricerca degli improvvisi interventi teatrali.
Per informazioni orsa@teatroexcelsior.it tel.055869190


giovedì 9 luglio 2015

DOMENICA 12 LUGLIO IL GIGANTE DELLA FORESTA


 
DOMENICA 12 LUGLIO "IL GIGANTE DELLA FORESTA"
Nell'ambito del ciclo di escursioni "Naturalmente Reggello"
A Reggello una nuova iniziativa per vivere completamente a contatto con la natura. È prevista per domenica 12 luglio l'escursione dal titolo "Il Gigante della Foresta" organizzata dal comune in collaborazione con gECO. Si tratta di un percorso ad anello, con itinerario fuori dalle rotte più battute per entrare nel cuore dell'area protetta e raggiungere "il Gigante" degli alberi della Foresta di Sant'Antonio: il Faggione di Prato Marcaccio.
Per chi volesse partecipare il ritrovo è alle 8,45 in piazza Aldo Moro a Reggello, da qui ci si sposterà verso il punto di partenza con mezzi propri alle 9,15, si arriverà, quindi, in località Acqua Rossa da dove partirà il percorso. L'escursione è mediamente impegnativa e lunga circa 10 km. I partecipanti dovranno portarsi pranzo a sacco.

Storytelling a Firenze

Vuoi imparare a raccontare una storia tra memoria e attualità?
Un’occasione da non perdere… in occasione del
Festival internazionale di storytelling STORIE DIFFERENTI (San Salvi 1 – 6 settembre)
 
APERTE LE ISCRIZIONI PER LO STAGE
“STORYTELLING. LE CURE”
 
Da martedì 25 a venerdì 28 agosto ore 10 – 13.
Performance finale Mercato delle Cure e vie circostanti ore 10.30  e ore 17.30.
Numero partecipanti massimo 15. Costo stage 50 €,
Iscrizione con mail a info@chille.it e telefono 055 6236195.
 
 

giovedì 2 luglio 2015

Blook Intrecci nella rete - Tonino ... ops ... Antonio è nei guai?

E' disponibile il terzo capitolo di "Antonio. Punto e a capo!"

Buona lettura!

http://blookintreccinellarete.blogspot.it/2015/07/antonio-punto-e-capo-terzo-capitolo.html


"Tornando a casa sono passato dal viale che costeggia i giardini, e sono rimasto colpito da un sacco di foglietti attaccati alle sbarre di recinzione del parco. Mi sono avvicinato incuriosito. Ecco cosa c’era scritto:

 

CIAO, SONO FILIBERTO. IERI POMERIGGIO HO PERSO IL MIO GUANTONE DA BASEBALL IN QUESTI GIARDINI E SONO MOLTO DISPIACIUTO. SE LO TROVI ME LO PORTI AL BAR PIZZERIA DEL CAMPO DA BASEBALL? PER RINGRAZIARTI TI OFFRIRO’ UN PACCO DI PATATINE ED UNA BIBITA.

 
Sono andato a vederli uno per uno. Era sempre il solito Filiberto, che per sicurezza aveva deciso di tappezzare tutta la cancellata. Sono rimasto un attimo a guardare tutti quei cartelli e la scritta “sono molto dispiaciuto” sottolineata. E ora cosa faccio? mi sono chiesto. Regalo comunque il guantone a Gennaro o lo vado a riportare a questo Filiberto?"

estratto dal terzo capitolo di "Antonio. Punto e capo!" 

Segnalazione: Concerto per alberi all'Hangar Bicocca di Milano

Concerto per alberi

Prima assoluta domenica 5 luglio, ore17, all’Hangar Bicocca di Milano. Partitura originale del compositore venezuelano Félix Mendoza. Si tratta di un appuntamento speciale del Festival Musica sull'Acqua, in omaggio alla memoria di Claudio Abbado: al maestro, infatti, di cui era nota la sensibilità ambientalista, era molto caro l'albo illustrato di Laëtitia Devernay Concerto per alberi (Terre di mezzo Editore). Sul palco: l'Orchestra Giovanile del Festival, i bambini del progetto Archi del Cherubino de L'Aquila; ospiti speciali, i talenti internazionali Ingrid Fliter (pianoforte) e Alexander Sitkovetsky (violino). Coreografie mimiche di Tony Lopresti. Un evento unico, da non perdere. 

mercoledì 1 luglio 2015

Volate fino alle stelle con Kite!


Se volete stimolare i vostri figli e porgli davanti agli occhi la normalità dei geni, ecco un libro che fa per voi: “La voce delle stelle” di Laura Walter, con le illustrazioni straordinarie di Valentina Salmaso (Kite edizioni).  Attraverso la voce narrante di due cigni e di una costellazione di stelle, v’immergerete nella vita di Galileo Galilei, seguendo la sua crescita fin da fanciullo. Quello che mi è piaciuto di questo libro, a parte gli aspetti scientifici, è lo spazio dedicato a mostrare la figura dell’”uomo”: il suo non sapere quale strada intraprendere da ragazzo, dedicandosi senza fortuna a diverse attività, prima di comprendere cosa gli fosse più congeniale; il suo essere cieco di fronte agli affetti terreni; il bisogno di soldi per mantenere la famiglia, che lo portò a inventare il cannocchiale; il suo essere osannato e poi condannato … è una vicenda umana, imperfetta, e perciò tanto utile ai nostri ragazzi. Può essere anche un bel regalo da acquistare come ricordo di una gita familiare fuori porta, grazie alle illustrazioni, così ricche di particolari, di Padova e Venezia. Bello da sfogliare per tutti, quindi, ma la storia può essere apprezzata davvero dai 10 anni circa. Fra l’altro, il programma di quarta elementare, racchiude anche “Messer Galileo” ...

Se state programmando una visita a Firenze, ricordate che potete visitare il museo Galileo, in Piazza dei Giudici, e Villa il Gioiello (in via del Pian dei Giullari 42), che è stata la residenza dove Galileo visse fino alla morte. L’altra casa si trova invece in via Costa San Giorgio, sempre a Firenze.    

Blook Intrecci nella rete - da oggi la seconda puntata


Ho appena pubblicato su "Blook Intrecci nella rete" la seconda puntata di "Antonio. Punto e a capo". Il nuovo capitolo è "Il guantone da baseball". Correte a leggere cosa succede ad Antonio!

 http://blookintreccinellarete.blogspot.it/2015/07/antonio-punto-e-capo-secondo-capitolo.html
 
Antonio, detto Tonino, è un ragazzino di dieci anni con una grande passione per l'atletica. E' felice, ha due grandi amici del cuore, Gennaro e Valentina, una sorellina pestifera e dei genitori simpatici. Tutto sembra scorrere normalmente. Piano piano, però, le cose cominciano a cambiare e una girandola di interrogativi e novità scuote il suo piccolo mondo. Come mai Gennaro è sempre in ritardo agli allenamenti? E perchè Valentina all'improvviso sembra cambiata? Da un compito di matematica sbagliato e il ritrovamento di un guantone da baseball, si innesca un susseguirsi di eventi, talvolta buffi e comici, talvolta profondi, che costringono Antonio a fermarsi, cambiare tutto e crescere. 

 

 

PROGRAMMA DI LUGLIO ALLA BIBLIOTECA DELL'ORTICULTURA

Biblioteca Orticoltura
Via Vittorio Emanuele II 4 (Giardino dell'Orticoltura)
50134 Firenze (FI)
Telefono: 055 4627142


MARTEDI 7 ore 17.30 : "Un libro in giardino", visita guidata del giardino, lettura animata e visita alla biblioteca. Per famiglie
VENERDI 10 ore 17.30 : "Salviamo il mare", presentazione libro per ragazzi, con laboratorio. Per bambini eta' 4-10
MARTEDI 14 ORE 17.30 : "Letture sotto l'albero", lettura animata, laboratorio e visita alla biblioteca. Per bambini eta' 4-10

E' CONSIGLIATA LA PRENOTAZIONE
Tel.055-4627142
mail:  bibliotecaorticoltura@comune.fi.it
sito:  www.biblioteche.comune.fi.it