Tutto da cambiare, Tonino!

Tutto da cambiare, Tonino!
Tonino è cresciuto ed è a spasso nella rete! Se vuoi puoi seguirlo su Blook Intrecci nella rete. Leggi tutto il libro gratis a puntate!

giovedì 28 gennaio 2016

"La porta di Anne", di Guia Risari

 

Guia Risari torna a parlarci di storia nel suo nuovo libro, uscito da poco per Mondadori. Lo fa partendo dalla nota vicenda di Anna Frank, ma colmando un vuoto e dando uno spessore diverso alle persone che vissero con lei nell’Alloggio Segreto, prima della cattura. Ogni capitolo ci offre la possibilità di entrare nella mente di un personaggio diverso, immergerci nei suoi pensieri, nelle sue nostalgie, nei suoi stratagemmi per arginare la paura e la disperazione. Incontriamo la famiglia di Anna: Otto, Edith e sua sorella Margot, e le altre persone che in poco più di due anni costituirono un nucleo ordinato e compatto, capace di supportarsi a vicenda: Fritz Pfeffer, Peter, Hermann e August Van Pels. Il lettore sa che di lì a poco i clandestini saranno arrestati, e questo rende ancora più toccante l’assistere alle poche ore che li separano da Karl Joseph Silberbauer, il sottufficiale austriaco che fu incaricato di stanarli. Ma nei pensieri, nei quali entriamo di soppiatto, complici le semplici e potenti illustrazioni a matita di Arianna Floris, ci accorgiamo che non regna solo la paura. C’è posto per la speranza, la forza, la volontà: in fondo gli alleati stanno per arrivare, no? In fondo Radio Londra trasmette notizie incoraggianti. Sembra che ciascuno tragga forza dall’attaccarsi maggiormente a ciò che ama, a impegnarsi per migliorare e per arginare quella voglia sottile e potente di spalancare quella porta che li nasconde al mondo esterno e tornare a respirare, a sentire la carezza dei raggi del sole. Vivere una vita normale, d’un tratto, è un lusso che non si possono più permettere. Ma sono tenaci, resilienti: studiano, pensano al futuro, sognano un riscatto dalla sofferenza, indovinano l’amore in soffitta … ma non solo, l’istinto di conservazione li spinge anche a pensare al cinema, alle attrici, alle pettinature, alla moda. Anna nel frattempo scrive il suo diario e sogna di diventare una scrittrice. Intorno a loro si muovono Miep e Bep, impiegate nella ditta di Otto Frank, due giovani donne coraggiose che aiutano i clandestini: fanno la spesa per loro, li riforniscono di libri, portano le lettere di Fritz alla fidanzata, procurano abiti e medicine, fungono da prestanome per i corsi di stenografia e latino che seguono i ragazzi. Dopo l’arresto, saranno proprio loro a raccogliere i libri e le carte di Anne e a restare in contatto con Otto Frank, aiutandolo a gestire le pubblicazioni e i film ispirati all’Alloggio segreto.

Quando la storia si chiude, il libro va avanti. Troviamo una sezione dedicata alla planimetria dell’edificio in Prinsengracht 263, il rifugio di Anna e dei suoi compagni, e la ricostruzione di una giornata tipo della loro vita. Segue una cronologia storica, che aiuta i ragazzi a collocare gli avvenimenti, per avere un quadro più chiaro della situazione. Queste ultime pagine sono un invito, di questa scrittrice così sensibile, a proseguire, andare oltre. Un invito a capire, voler conoscere, riflettere. Mentre scrivo, penso che fra pochi minuti sarà il 28 gennaio, e il giorno della memoria sarà passato, divorato dalla fretta con la quale viviamo. Oppure no.

«Vedi, micetto, a differenza di te, io non me ne starò sdraiato tutto il giorno a ronfare, interrompendomi solo per dare la caccia a un paio di topini denutriti. Devo continuare a darmi da fare, a studiare, a esercitarmi, anche in questo nascondiglio. La vita non è tutta qui, in pochi metri quadrati. Prima o poi torneremo là fuori, e allora dovrò esser pronto. A far cosa? Prima di tutto, dovrò conoscere la storia. Senza sapere chi c’è stato prima e cos’ha fatto nessuno può realmente stabilire se sta agendo meglio o peggio. Ci sono lezioni nel passato che è meglio imparare, credimi. La vita non è solo istinto. Poi devo assolutamente farmi un’idea più precisa della geografia, non solo di questo strano, piccolo Paese, ma dell’Europa, del mondo.
Ricordati che, quando questa dannata guerra sarà finita, tu e io, Mouschi, ci trasferiremo nelle Indie olandesi. Sì: vivremo nelle piantagioni e spediremo a casa lunghe lettere in cui racconteremo a mamma e papà come viviamo bene e quanto ci divertiamo. Io intaglierò mobili e oggetti d’arte e insegnerò ai giovani a utilizzare gli strumenti da falegname. Tu andrai a zonzo tutto il giorno. Anche per questo dovrò perfezionarmi nelle lingue. How do you do? How do you do. Sembra facile, ma non lo è. Da scrivere non è poi così complesso. È la pronuncia che non si riesce a indovinare. My name is Peter and I come from Holland. What’s your name?»
Mouschi ripose con un miagolio.

“La porta di Anne”, Guia Risari

“È davvero meraviglioso che io non abbia lasciato perdere tutti i miei ideali perché sembrano assurdi e impossibili da realizzare.
Eppure me li tengo stretti perché, malgrado tutto, credo ancora che la gente sia veramente buona di cuore. Semplicemente non posso fondare le mie speranze sulla confusione, sulla miseria e sulla morte. Vedo il mondo che si trasforma gradualmente in una terra inospitale; sento avvicinarsi il tuono che distruggerà anche noi; posso percepire le sofferenze di milioni di persone; ma, se guardo il cielo lassù, penso che tutto tornerà al suo posto, che anche questa crudeltà avrà fine e che ritorneranno la pace e la tranquillità.”
“Diario”, Anne Frank

lunedì 25 gennaio 2016

Libreria Cuccumeo: 30 gennaio ore 18,30 ALESSANDRO SANNA presentazione- spettacolo Pinocchio prima di Pinocchio - 30 e 31 Workshop alla Scuola Internazionale di Comics



Libreria Cuccumeo
Via Enrico Mayer 11-13R – 50234 Firenze

Tel. 055483003 | info@cuccumeo.it

Alessandro Sanna
finalista al Premio Hans Christian Andersen 2016
Il nobel della letteratura per ragazziIl prossimo fine settimana, 30 e 31 gennaio, sarà a Firenze con due appuntamenti d'eccezione!
https://www.youtube.com/watch?v=5wIvj5Wwnic

Sabato 30 gennaio ore 18,30
PINOCCHIO PRIMA DI PINOCCHIO
edito da orecchio acerbo
di e con
Alessandro Sanna
Presentazione- spettacolo con disegno dal vivo proiettato su schermo
Un c'era una volta nella notte dei tempi. Una straordinaria genesi disegnata,
nella quale la centralità della parola cede il passo all'immagine, alla forza della sua suggestione.
Un esile ramo dell'albero della vita che, prim'ancora di diventare Pinocchio,
con acqua, aria, fuoco e terra si tempra, per cercare la propria autonomia, la propria identità.
Che troverà, alla fine, in totale armonia con la natura.
Per tutti
Per partecipare è richiesto l'acquisto di un libro
Per info e prenotazioni tel. 055483003 | info@cuccumeo.it
*************************************
 
Sabato 30 e domenica 31 gennaio - ore 10-13 e 14-17
per il
MASTER IMPRONTE DI VISIONI
della Scuola internazionale di Comics di Firenze
viale Spartaco Lavagnini 42
 
Alessandro Sanna
PITTURA SEQUENZIALE: ASCOLTARE
UNA MACCHIA, RACCONTARE UNA STORIA
 
Workshop intensivo di due giorni
dedicato all'ecoline, tecnica affine all'acquerello.
Si progetteranno e realizzeranno "miniature" sequenziali.
Attraverso numerose prove ciascun partecipante sperimenterà l'uso e la stesura del colore
seguendo una idea narrativa senza parole. Le produzioni verranno fotografate e montate in un piccolo video,
il quale sarà poi proiettato a conclusione del workshop. Dalle sequenze si potrà anche creare un piccolo libro. 
 
Il Workshop è aperto anche agli esterni.
Per info e iscrizioni:
 
 
Alessandro Sanna Nato nel 1975 a Nogara (VR), vive e lavora a Mantova. Ha illustrato libri scritti da David Grossman, Italo Calvino, Roberto Piumini, Gianni Rodari, Vivian Lamarque, Beppe Fenoglio, Folco Quilici, Massimo Carlotto e altri.
Realizza libri illustrati come autore totale. tre volte Premio Andersen, premio indetto dalla omonima rivista italiana di promozione alla letteratura per ragazzi.
Premio Rigamonti nel 2009 indetto dalla galleria d'arte San Fedele per artisti visivi under 35. Premio Lo straniero 2014 indetto dall'omonima rivista diretta da Goffredo Fofi.
Nel 2007 realizza per Corraini editore un libro "d'arte" in coedizione col Centre Pompidou di Parigi: Mostra di pittura.
Dal 2007 inizia un'importante collaborazione con la casa editrice Einaudi per la quale, nel 2015,
esce nella prestigiosa collana "millenni" il volume "L'anima degli animali" con scritti di Plutarco, Aristotele e Porfirio con una dozzina di immagini dipinte ad acquarello.
Nel 2013 realizza il libro "Fiume lento" edito da Rizzoli in Italia e negli Stati Uniti, Spagna, Germania, Cecoslovacchia, Cina.
Nel 2014 realizza un grande murale per la biblioteca nuova ricostruita dopo il terremoto di Finale Emilia.
Illustratore della rubrica Fumoir per Vanity Fair france.Docente di illustrazione per l'editoria presso l'Accademia di Belle Arti di Bologna dal 2013.
Candidato italiano all'Hans Christian Andersen Award 2016 è tra i 5 finalisti per il settore illustratori.
 

“IL GIORNO DELLA MEMORIA”, Reggello, Firenze

"Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario" con questa frase di Primo Levi, il Comune di Reggello ricorda che mercoledì 27 gennaio è "Il Giorno della Memoria", istituito per commemorare lo sterminio e la deportazione del popolo ebraico e dei militari e politici italiani nei campi nazisti.

venerdì 22 gennaio 2016

TERZA EDIZIONE DEL CORSO DI FORMAZIONE PER CAPIRE E CONOSCERE MEGLIO IL MERCATO DEL LAVORO



Venerdì 19 febbraio nella sala multimediale della Biblioteca Comunale

"Come affrontare al meglio l'attuale mercato del lavoro ed aumentare le proprie opportunità di ricollocamento": si svolgerà per il terzo anno consecutivo a Reggello il corso di formazione organizzato organizzato dal Comune in collaborazione con l'azienda Corium del gruppo Openjobmetis, che si svolgerà venerdì 19 febbraio dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 nella sala multimediale della Biblioteca Comunale.
Il seminario avrà due obiettivi: quello di fornire ai partecipanti una serie di indicazioni utili ad una riflessione circa le proprie competenze e caratteristiche professionali e, in secondo luogo, dare suggerimenti pratici sul modo più corretto ed efficace per muoversi all'interno del mercato del lavoro. Saranno fornite ai partecipanti nozioni su come affrontare al meglio il presente momento di incertezza, si chiarirà come fare un bilancio delle competenze professionali, come definire gli obbiettivi professionali futuri. Saranno inoltre fornite indicazioni per elaborare un curriculum vitae con suggerimenti ed esempi, come affrontare un colloquio di lavoro, come aumentare i propri contatti con i social network con particolare attenzione a Linkedin.
"Ritengo che sia molto importante poter continuare ad offrire ai cittadini di Reggello e del Valdarno in generale una giornata formativa che possa dare loro gli strumenti necessari per inserirsi o ricollocarsi nel modo migliore nel mondo del lavoro
" – afferma Adele Bartolini Vicesindaco con delega alla Formazione Professionale "soprattutto in questo momento difficile ma nel quale sembra che le opportunità comincino a crescere nuovamente".

Per chi fosse interessato a partecipare le domande dovranno essere presentate entro mercoledì 17 febbraio al Comune di Reggello, il modulo di iscrizione è scaricabile sul sito www.comune.reggello.fi.it, e dovrà essere restituito via fax al numero 0558669266 o via e-mail a istruzione@comune.reggello.fi.it.


Segnalazione: La Bottega della Comunicazione e della Didattica e la Giornata della Memoria


27 gennaio 2016 - DALLA MEMORIA AL PRESENTE, PER UN FUTURO DI PACE

La Bottega della Comunicazione e della Didattica, insieme alla Cooperativa Fly Up
in occasione della Giornata della Memoria 2016... propone alcune considerazioni e
riflessioni mediante materiali messi a disposizione, da condividere con insegnanti,
studenti, operatori della formazione, interessati alla tematica della pace.

Ulteriori informazioni sul sito www.bottegacd.it    - Il Coordinatore Lanfranco Genito



 January 27, 2016 - FROM MEMORY TO TODAY, FOR A FUTURE OF PEACE

The Bottega della Comunicazione e della Didattica, together with the Cooperative Fly Up
on the occasion of Memory Day 2016 ... offers some observations and reflections
by materials made available, to share with teachers, students, training professionals
interested in the theme of peace.

More information on the website www.bottegacd.it  -The Coordinator Lanfranco Genito


giovedì 21 gennaio 2016

On line il diciottesimo capitolo di "Antonio. Punto e a capo!"

Lana salva Antonio da un pomeriggio super ultra barboso con una proposta insolita ... forse le cose stanno per cambiare ...

Clicca qui per leggere la nuova puntata:
http://blookintreccinellarete.blogspot.it/2016/01/antonio-punto-e-capo-diciottesimo.html



"La sua faccetta mi scruta, impertinente, con la bocca serrata e gli occhi luccicanti pronti alla battaglia. E’ buffa, grintosa e … beh, anche molto carina, in effetti. Mica ci avevo mai pensato. Così salto giù dal portapacchi della bici e le vado vicino.

- Nessun problema. Solo ci sono due condizioni.

- Ah sì? Sarebbero? – chiede, guardandomi con condiscendenza.

- Primo: se sei la mia ragazza, preferisco essere io a portare te – le dico, mentre la faccio scendere gentilmente dalla bici – e secondo: non potrai più chiamarmi cacchetta, come fai di solito.

- Primo: un po’ vecchio stile, ma può andare. In effetti, è meglio se pedali tu. Secondo: mi sembra ragionevole."
 
tratto da "Antonio. Punto e a capo!" - capitolo 18 

Segnalazione: Ercole alle Reali Poste, Firenze - visita per bambini



In occasione della meravigliosa mostra allestita alle 
Reali Poste
"La città di Ercole. Mitologia e politica"
 per il consueto appuntamento con 
"I mai visti"
ecco una nuova ed esclusiva attività per voi ideata:



SUPER  ERCOLE

Domenica 24 Gennaio ore 15,15

Dipinti, busti, gemme, sigilli, manoscritti e sarcofagi ci racconteranno la vita complicata e avventurosa di un grande super eroe.

- Tipologia dell’attività: visita guidata
- Durata: 1 ora e un quarto circa.
- Età consigliata: dai 6 ai 12 anni
- Partecipanti: massimo 15 bambini
- Costo: 8 euro per ogni bimbo (l’ingresso alla mostra è gratuito per tutti)

Appuntamento 15 minuti prima dell'orario di inizio previsto davanti all’ingresso delle Reali Poste, piazzale degli Uffizi (lato destro del Loggiato degli Uffizi, con la faccia verso il fiume).

Info e prenotazioni: firenzesottosopra@gmail.com

Segnalazione: CHILLE DE LA BALANZA - Don Lorenzo Milani e Franco Basaglia, 21 gennaio 2016

GIOVEDI’ 21 GENNAIO ORE  21
in collaborazione con la Consulta della Salute Mentale del DSM ASL 10 Firenze
Progetto Integrazione Vs Disagio mentale
DON LORENZO MILANI – FRANCO BASAGLIA… due persone scomode
Una serata  di Teatro (e non solo) per mettere in evidenza analogie e differenze
tra due testimoni della rivoluzione italiana degli anni sessanta.
Saranno presenti tra gli altri
Roberto Leonetti, direttore DSM ASL 10 Firenze
Nevio Santini, allievo di don Milani a Barbiana
Paolo Tranchina, rivista Fogli d’informazione
Manrico Velca Casini, Associazione don Milani
e gli attori
Claudio Ascoli, Marco Bianchini, Monica Fabbri, Matteo Pecorini - Chille de la balanza
 
Tanti i dati comuni tra questi due protagonisti della rivoluzione italiana degli anni sessanta. Lo scrittore e giornalista Giorgio Pecorini, che ha avuto il privilegio di conoscerli e frequentarli a lungo entrambi, annota in un recente articolo pubblicato sui Fogli d’informazione: “Il maggiore è il categorico NO con cui entrambi cominciano a esercitare il proprio mestiere. Basaglia, psichiatra patentato, appena entra in manicomio trova camicie di forza ed elettroshock e li butta via. Slega i suoi malati dai fetidi letti arrugginiti, li toglie dai pavimenti (…) Restituisce nome, vestiti, capacità di parola e di rapporto ai matti, ridiventati persone. (…)  Milani, prete consacrato, appena entra in parrocchia inciampa nel pallone e lo getta in fondo al pozzo: rifiuta la scorciatoia del gioco e del bar con cui troppi oratorii fan concorrenza al ribasso a tante Case del popolo. Si improvvisa maestro dilettante per colmare l’abisso di differenza linguistica e culturale che emargina gli ultimi dal contesto civile. (…) E ancora come non notare l’isolamento dei luoghi di partenza: Gorizia e Barbiana, geograficamente marginali, economicamente depresse, storicamente e linguisticamente minoritarie, socialmente escluse, isolate. Luoghi in cui si arriva e si sta soltanto per punizione e/o in esilio. (…) Entrambi (Don Milani e Basaglia) scoprono o inventano per proprio conto gli strumenti e le tecniche di cui hanno di volta in volta bisogno. Per esempio la scrittura collettiva, cui si deve la chiarezza persuasiva di due testi tanto diversi per argomento quanto eguali per tensione etica e capacità provocatoria: L’istituzione negata e Lettera a una professoressa.
 
Ingresso libero
Posti limitati. Prenotazione consigliata allo 055.6236195 o info@chille.it

Via di San Salvi, 12 - pad.16
50135 Firenze

 
 

mercoledì 20 gennaio 2016

L’estate che conobbi il Che, di Luigi Garlando – Rizzoli


Di Garlando mi aveva già parlato mia nipote, quando a scuola aveva letto “Per questo mi chiamo Giovanni”. Le fecero fare una relazione e me la fece leggere. Benché in quel periodo fosse ancora alle elementari, mi colpì il fatto che il libro le avesse lasciato “addosso” tanto. Uno degli scopi per i quali leggiamo, è senz’altro il divertimento e l’evasione, ma ci sono libri che ci chiedono un impegno in più. Ci chiedono di accendere la curiosità, la voglia di capire, di penetrare il reale, i fatti quotidiani.

“L’estate che conobbi il Che” parla del passaggio dall’infanzia all’età adulta di Cesare, dodicenne di famiglia benestante (“da noi tutto era grande, a cominciare dalla villa di quindici stanze … e dal parco enorme che digradava verso un bosco”). Il momento in cui tutto cambia è proprio il compleanno di Cesare: il nonno ha un malore, dei cinquanta amici invitati si presentano solo in quindici, sua sorella marcia per casa con una misteriosa espressione da guerra … Cesare comincia ad avere la sensazione che tutti sappiano qualcosa che invece a lui viene nascosta. Il ragazzo dovrà fare dei “viaggi”, fisici e mentali, per diventare grande, mentre intorno a lui si muoveranno una donna di servizio colombiana e la sua incantevole e tenace figlia Blanca, l’amico del cuore che, ancora inconsapevole, dovrà trovare nuovi equilibri, un padre “tagliatore di teste”, una madre chirurgo di fama, e un nonno pieno di sorprese … sarà proprio nonno Riccardo che farà conoscere la storia di Che Guevara al nipote e aprirà nella mente di Cesare scenari inconsueti. Perché ciò che dovremo fare con i giovani è proprio presentargli i fatti, i personaggi, le esperienze, in  modo che poi possano formarsi una loro idea, basandosi sui loro ragionamenti. Renderli in grado, come dice Garlando, di “estrarre i principi attivi … Il resto è buccia”.

Non voglio svelarvi niente di più della storia, per non rovinare il piacere della lettura. Vi auguro di trovare, alla fine del libro, il vostro “principio attivo”, e magari la voglia di parlare e confrontarvi con gli amici, i professori, gli adulti. Chissà che non abbiate qualcosa da insegnarci?

Età consigliata: da 10 anni

lunedì 18 gennaio 2016

Teatro a merenda, Poggibonsi - gennaio, febbraio 2016


GALILEO: DUE LUOGHI, UNA STORIA

La Basilica di Santa Croce e il Museo Galileo
Tra arte, storia e scienza, un progetto congiunto del Museo Galileo e dell'Opera di Santa Croce. L'iniziativa si compone di due momenti autonomi ma integrati: visite guidate alla Basilica di Santa Croce e al Museo Galileo incentrate sulla vicenda umana, storica e scientifica di Galileo Galilei, e un sito internet. I visitatori vengono condotti alla scoperta delle numerose memorie galileiane presenti nella Basilica, non solo le più conosciute, come il monumento allo scienziato, ma anche le testimonianze meno note, dalle sepolture dei suoi antenati a quelle dei presenti alla traslazione della salma nel sepolcro monumentale avvenuta nel 1737. La visita prosegue al Museo Galileo, nella sala dedicata allo scienziato, dove sono esposti gli unici esemplari esistenti degli strumenti da lui ideati. Il percorso costituisce una base di partenza per un più vasto itinerario galileiano, che può essere completato in autonomia grazie alle informazioni fornite dal sito dedicato:

http://mostre.museogalileo.it/galileodueluoghi/

GALILEO: TWO PLACES, ONE STORY
Basilica di Santa Croce and Museo Galileo
Between art, history and science, this is a collaborative project of Museo Galileo and Opera di Santa Croce. It includes guided tours to the Basilica of Santa Croce and Museo Galileo focused on Galilei's life and work, as well as a website. Visitors are guided to discover the many Galilean memories in the Basilica, not only the celebrated scientist's monument, but also lesser known memorials, such as the graves of his forefathers and those who attended the translation of Galileo's remains into his monumental tomb in 1737. The tour continues to the Museo Galileo with a guided visit to the room devoted to the Tuscan scientist, where the only extant original instruments he invented are on display. These visits are a first leg of a wider Galilean tour, that visitors will be able to make on their own, thanks to the information available on the website:
http://mostre.museogalileo.it/galileodueluoghi/
MUSEO GALILEO. Istituto e Museo di Storia della Scienza
Piazza dei Giudici 1 - 50122 Firenze
Tel. 055/265311
www.museogalileo.it

Nuovi corsi di scrittura creativa al Giardino dei ciliegi, Firenze

Il Giardino dei Ciliegi  - via dell'Agnolo 5, Firenze
vi ricorda 
che la prossima settimana inizieranno i Corsi di Scrittura:

SCRITTURA CREATIVA:
- il Lunedì dalle 17,30 alle 19,30 con Monica Sarsini.  Dal 25 gennaio
- il Martedì dalle 20,30 alle 22,30 con Enzo Fileno Carabba.  Dal 26 gennaio
SCRITTURA POETICA
il Giovedì dalle 17,30 alle 19,30 con Luigi Oldani. Dal 28 gennaio
SEMINARIO di SCRITTURA AUTOBIOGRAFICA "Ogni vita merita un romanzo"
Sabato 30 e Domenica 31 gennaio. (Sabato dalle 10 alle 19 con pausa pranzo. Domenica dalle 10 alle 14)
Conducono Marialuisa Bianchi (insegnante di lettere e scrittrice) e Maria Berica Tortorani (psicologa e psicoterapeuta)
Informazioni e iscrizioni: 380 5054063 - 333 8300740 e tramite email al Giardino dei Ciliegi
INFORMAZIONI E ISCRIZIONI:

per email: ilgiardinodeiciliegi@gmail.com
tel: 055 2001063 il lunedì e il giovedì ore 15,30 - 18,30
cell. 347 5088738  dal lunedì al venerdì in orario di ufficio

Escursione guidata al Castello di Montozzi, 24 gennaio

ESCURSIONE GUIDATA: PAESAGGIO – CULTURA – STORIA – NATURA
 
DOMENICA 24 GENNAIO 2016
 
CASTELLI DI VAL D’AMBRA-MONTOZZI E LA SUA TENUTA

Viene riproposta l’affascinante escursione in una delle Fattorie più belle e ricche di storia della Valle dell’Ambra, il Castello di Montozzi. Posto a vedetta della Valle dell’Arno e della Val d’Ambra, il Castello mantiene ancora oggi un fascino d’altri tempi, circondato da boschi, vigneti, oliveti, che nascondono gioielli d’architettura e d’ingegno umano.
A termine, possibilità di degustazione dell’olio extravergine di oliva e di tre vini aziendali, oltre che di salumi, crostini e prodotti  locali.
 

NOTE TECNICHE: Escursione  ad anello semplice.
Lunghezza  totale 8,5 km . Dislivello 207 m. Escursione sconsigliata per bambini sotto gli 8 anni.
NECESSARIO INDOSSARE SCARPE DA TREKKING.
 
RITROVO: ore 9,20 a MONTOZZI comune di Pergine Valdarno (AR), nel parcheggio sottostante il castello
 
RIENTRO:  verso le ore 12.45 a Montozzi.
 
PREZZO: per la visita guidata 7 € gli adulti, 3 € i bambini; per la degustazione 10 € gli adulti, 5 € i bambini
 
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: tel. 3938353089, info@alcedoambiente.com

Teatro ragazzi a Firenze, 24 gennaio 2016

Teatro ragazzi
domenica 24  gennaio ore 16.30
Compagnia Teatri d'Imbarco
L'incredibile storia
di lupo e capra
 
liberamente ispirato a "In una notte di temporale" di Yuichi Kimura
con Valentina Cappelletti e Guido Materi
Adattamento e regia Vania Rotondi
Una delicata e profonda parabola sulla diversità e l'amicizia. Per continuare a lottare contro tutti i pregiudizi.
Durante una notte buia e tempostosa, fra fulmini e saette, Capra (una capretta piccola e bianca) e Lupo ( un lupaccio grande e nero) cercano rifugio in una capanna abbandonata sul pendio di una collina. Prima entra Capra e poi Lupo...ma complice il buio totale della capanna nessuno dei due vede mai l'altro... Credono così di essere in compagnia di un loro simile. E iniziano così a parlarsi e chiacchera dopo chiacchera, tuono dopo tuono...i due si ritroveranno sempre più vicini, e scopriranno di avere tante cose in comune: a tutti e due piace zampettare per le verdi colline, mangiare grandi prelibatezze ma sopratutto a tutti e due hanno una gran paura dei temporali !!! Il temporale finalmente finisce, l'alba sta arrivando..., e Capra e Lupo si salutano dandosi appuntamento per il giorno dopo. Ma cosa succederà alla luce del sole quando scopriranno chi sono veramente?
 dai 3 ai 99 anni!
TEATRO DELLE SPIAGGE
Via del Pesciolino (traversa di via Pistoiese), Firenze
I°piano centro commerciale Conad
Informazioni e prenotazioni
055 310230 / 329 4187925 /  info@teatridimbarco.it / teatrodellespiagge@gmail.com
Teatro ragazzi - Posto unico - 6€
segreteria@teatridimbarco.it
www.teatridimbarco.it



sabato 16 gennaio 2016

Dalla newsletter di Diesse una segnalazione importante!


Un ciclo di puntate televisive su Dante. Come imparare un metodo per insegnare
Vogliamo richiamare una serie televisiva molto particolare (lunedì alle ore 21 su TV2000), il programma “Nel mezzo del cammin”, una serie di letture dantesche tenute da Franco Nembrini. Ci sembra un'indicazione per tutti i docenti, perché Dante - come suggerisce l'autore - parla a tutti, perché è universale: e perché - come si legge in queste righe - Nembrini mette a tema anche il problema di che cosa significhi insegnare, non solo Dante, ma ogni contenuto, di ogni disciplina!

martedì 12 gennaio 2016

Segnalazioni: Ammappalitalia e un concorso letterario e fotografico (scadenza 31 gennaio 2016)

Ammappalitalia è un archivio libero e collaborativo dei sentieri, delle strade bianche e delle antiche vie di comunicazone che uniscono i borghi italiani. E' costruita dal lavoro volontario di decine di escursionisti, è un prodotto open data, libero e gratuito che condividiamo volentieri condividendo la filosofia della lentezza. Anche l'associazione WWoof Italia partecipa a questo progetto, con il sostegno di MAG6 Reggio Emilia, mappando le vie che collegano la rete di Wwoof Italia, sui sentieri che collegano le fattorie associate a Wwoof. E' possibile sostenere il  progetto VieWwoof anche partecipando al crowfunding.

RACCONTI E IMMAGINI IN CAMMINO
A Carpi si è aperto un concorso letterario e fotografico per racconti brevi e immagini sul tema del Cammino, in collaborazione con la Libreria Mondadori, il C.S.I. Carpi e la Scuola Italiana Nordic Walking. Termine di presentazione 31 gennaio 2016.  Per maggiori informazioni clicca qui: http://www.nordicwalkinglive.it/racconti-immagini-camino-serata-presentazione/

 
David Bowie (Londra, 8 gennaio 1947 - New York 10 gennaio 2016)

I'll wish, and the thunder clouds will vanish
Wish, and the storm will fade away
Wish again, and you will stand before me while the sky will paint an overture
And trees will play the rhythm of my dream ...

When I live my dream, David Bowie

David Bowie, personaggio eclettico, era anche un lettore appassionato. Qui trovate la lista dei suoi libri preferiti: http://www.openbooktoronto.com/news/special_feature_how_read_bowie

Joyeux anniversaire cher Charles!


Perché non celebrare il 388esimo compleanno di Charles Perrault leggendo ai nostri bambini una delle sue favole? Trovate qui il testo integrale di "Enrichetto dal ciuffo": https://it.wikisource.org/wiki/Enrichetto_dal_ciuffo

Joyeux anniversaire cher Charles!



Segnalazione: Giochiamo con Bia, il 17 gennaio



MUSEO FIRST
Fondazione Scienza e Tecnica e Planetario
FacebookGoogle+Google+
Domenica 17 gennaio 2016 ore 15.00
GIOCHIAMO CON BIA!
Laboratorio creativo con la carta
 
Per bambini (da 7 a 11 anni)
 
Forbici, carta, colla e tanta creatività! Domenica 17 gennaio vi aspettiamo per un divertente nuovo laboratorio per imparare insieme la tecnica del collage e sviluppare la nostra creatività! Il laboratorio sarà tenuto da Monica Fossi, artista che si dedica alla rielaborazione di classici rinascimentali attraverso la tecnica del collage. Insieme a lei giocheremo con Bia, la piccola Medici ritratta da Agnolo Bronzino nella famosa opera custodita agli Uffizi, e realizzeremo la nostra personale opera d’arte.
 
Monica Fossi Nei suoi collage, spesso ispirati al Rinascimento Fiorentino, esprime la visione di un mondo fantastico, surreale, vagamente misterioso, popolato da elementi fiabeschi dove scacchiere, carte da gioco, orologi, fanciulle addormentate sono soggetti ricorrenti. 
 
“I miei soggetti sono molto amati dai bambini e non a caso la mia principale fonte di ispirazione sono stati i miei figli ai quali ho sempre chiesto consigli e suggerimenti… la percezione di queste immagini esprime serenità e la voglia di non lasciare mai completamente il mondo di quando ero piccola”
www.monicacollage.it
 
Laboratorio promosso da Coccoina
Costo € 5.00 laboratorio, € 9.00 laboratorio e planetario ore 16.15

Info e prenotazioni tel 055 23 43 723 iscrizioni@fstfirenze.it