Tutto da cambiare, Tonino!

Tutto da cambiare, Tonino!
Tonino è cresciuto ed è a spasso nella rete! Se vuoi puoi seguirlo su Blook Intrecci nella rete. Leggi tutto il libro gratis a puntate!

giovedì 24 marzo 2016

13 maggio ore 16.30 - Da Kandinsky a Pollock, Palazzo Strozzi, Firenze - Visita guidata in LIS...

L'Arte contemporanea ti sembra strana e incomprensibile??
 
 
Allora partecipa con noi alla scoperta della mostra
 
Da Kandinsky a Pollock...
 
 
Visita guidata in LIS, lingua dei segni italiana
 
Palazzo Strozzi - Firenze
 
Venerdì 13 maggio ore 16.30
 
Posti limitati!
 
Per info e prenotazioni: informazioni.comunico@yahoo.it
 Info sulla mostra http://www.palazzostrozzi.org/visita/biglietti-e-prenotazioni/

Marco Vichi e Leonardo Gori, "Dialogo fra due scrittori su una città di passaggio"

Dialogo fra due scrittori su una città di passaggio. Firenze 1944-1950
31 marzo 2016 ore 18:00 |
Lyceum Club Internazionale di Firenze - Firenze, via degli Alfani 48

Con le voci di Marco Vichi e Leonardo Gori, il commissario Bordelli e il colonnello Arcieri ricordano la Firenze dell’immediato dopoguerra dialogando di fronte al caminetto.
A cura di Ludovica Sebregondi.
Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili.
Info: info@palazzostrozzi.org http://www.palazzostrozzi.org/eventi/marco-vichi-e-leonardo-gori/

Children's Book Fair e IBBY a Bologna



Manca poco per l'appuntamento a Bologna con Children’s Book Fair! Allo stand IBBY potrete scoprire il 35esimo Congresso IBBY e la Nuova Zelanda.
http://www.ibbycongress2016.org

Maggio dei Libri 2016

Dalla newsletter del Centro per il Libro e la Lettura:
 
"Stiamo lavorando alla sesta edizione del Maggio dei Libri, la campagna nazionale di promozione della lettura nata nel 2011 con l’obiettivo di sottolineare il valore sociale della lettura, quale elemento chiave della crescita personale, culturale e civile.
La campagna parte il 23 aprile, in coincidenza con la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore promossa dall’UNESCO, e prosegue per tutto il mese di maggio. È promossa dal Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, e si avvale del supporto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome e dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani.
L’anno scorso è stata un successo a tre zeri con uno nuovo record di adesioni: 3.461 eventi, molti dei quali frutto del vivace spirito d’iniziativa degli insegnanti. Una creatività molto apprezzata dai media, che hanno seguito la campagna con oltre 1.400 articoli fra carta stampata e online.
Per un Maggio dei libri 2016 ancora più ricco, vi invitiamo a partecipare alla nostra avventura aderendo come organizzatori di eventi, nei quali dare spazio alla vostra creatività per promuovere la lettura in modi originali e coinvolgenti. Da parte nostra offriremo visibilità a tutte le iniziative e i progetti di promozione della lettura che si svolgeranno in Italia tra il 23 aprile e la fine di maggio, attraverso la banca dati, motore della comunicazione della campagna. È possibile aderire alla campagna registrando le vostre iniziative all’indirizzo http://risorse.cepell.it/ilmaggiodeilibri/ che confluiscono nel database degli eventi visibile sul sito della campagna www.ilmaggiodeilibri.it, dal quale si possono scaricare il logo e i materiali promozionali che vi invitiamo caldamente a utilizzare proprio per creare la massima identità visiva. L’immagine istituzionale adottata quest’anno è una rosa i cui petali sono pagine di un libro, accompagnata dal claim Se son libri fioriranno. A questa si affiancano anche altre proposte direttamente scaricabili dal sito.
Con l’occasione, vi segnaliamo che è aperto un canale diretto di comunicazione con e per le scuole attraverso il sito dedicato www.libriamociascuola.it, sul quale potete trovare articoli, testimonianze di eventi passati, spunti per nuovi progetti e sinergie, arricchito ora dalla pagina Facebook/libriamociascuola.
Il Maggio dei Libri è presente sui Social Network con la pagina Facebook/ilmaggiodeilibri e l’account Twitter @maggiodeilibri, aperti alla condivisione di foto, video e resoconti di partecipanti e organizzatori: raccoglieranno osservazioni e commenti nell’intento di costruire una comunità di lettori e di scambio di “buone pratiche”.
Fra tutte le iniziative presenti sulla banca dati a fine campagna saranno selezionate le cinque più originali, alle quali sarà assegnato il Premio Maggio dei Libri.
La segreteria organizzativa è a disposizione per approfondimenti e informazioni: ilmaggiodeilibri@cepell.it; Tel. 06.68408958 - 06.68408940.
Il calore del pubblico, la creatività degli organizzatori e l’attenzione dei media sono il vero termometro della campagna: contiamo sulle vostre idee e sulla vostra partecipazione per un Maggio dei libri sempre più ricco."
 
 
 


Inizia NarrAzioni, a Roma

Volentieri partecipo a diffondere questa bella iniziativa di Donne di Carta:
Giovedì 7 Aprile, h 18:30 - DRUGSTORE GALLERY PORTUENSE n.317 (ROMA)
 ROMA 1948 – 1960: DAL NEOREALISMO ALLA DOLCE VITA 
in collaborazione con l'Associazione Culturale "L'ALTRA P...ARTE"

 
Locandina Dal Neorealismo alla Dolcevita
 
Cinema, arte, letteratura, fotografia, costume, società: ricostruire e sfogliare la Storia rende prossimo qualunque Passato.
Una serata per celebrare un periodo irripetibile e straordinario nella storia culturale di Roma: i tredici anni che vanno dall'uscita di Ladri di biciclette (1948) all'uscita de La Dolce Vita(1960).
Il valore delle testimonianze e dei documenti, un viaggio metanarrativo attraverso immagini, fotografie, filmati, letture e musiche...

 
Ma cos'è NarrAzioni?
UN PROGETTO PER CUI PUOI DONARE SOSTENENDOCI NELL'IMPRESA
 
Logo di NarrAzioni
 
Perché ciò che è gratuito per te non significa che non abbia un costo; perché gratuito è un valore nello scambio tra chi fa e chi riceve se si riconosce il lavoro che lo consente. Perché tutto ciò che è immateriale può essere un dono, impagabile. Il materiale, invece, costa.
Puoi donare anche il tempo, ben speso, a parlare di Noi, di quello che siamo e che vogliamo fare. Puoi inventarti il tempo per venire, puoi associarti a Donne di carta, farci sentire che quello che siamo ti serve, come serve a noi.
www.donnedicarta.org

Certosa di Calci, "Che musica Certosini!"

Ad attendere i bambini in Certosa, ci sarà Padre Gregorio, monaco stonato, pronto a raccontare la vita in musica dei certosini: sapete che tutti i momenti di preghiera corale erano cantati? E sapete che non c’era alcuno strumento musicale?
Scoprirete questi e molti altri segreti attraverso una visita in musica inframmezzata da suggestivi e giocosi momenti sonori.

Che cosa: visita animata per famiglie degli ambienti principali della Certosa (chiesa, chiostro, cappella del Capitolo, cella, refettorio, Grottesco) + laboratorio didattico.
Chi: famiglie con bambini dai 5 anni di età.
Quando: domenica 17 aprile 2016 ore 9.45 (fino alle 12.00 circa).
Quanto costa: 6 euro a bambino, 5 euro ad adulto (per il pagamento del biglietto d’ingresso).
Come prenotare: prenotazione obbligatoria telefonando al numero 391 1300926 (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 a partire da giovedì 31 marzo) o scrivendo a didatticaincertosa@gmail.com oppure compilando il form sul sito.

Servizi Educativi del Museo Nazionale della Certosa Monumentale di Calci
MUSEO NAZIONALE DELLA CERTOSA DI CALCI
Via Roma 79 56011 Calci (PI) 
phone ​​+39 391 13 00 926 lunedì h 9-13/15-18 | martedì h 15-18 | giovedì h 9-13
fax 050 38 69 053
e-mail didatticaincertosa@gmail.com
Sito www.didatticaincertosa.it

Al via a Firenze un laboratorio di scrittura per i bambini della scuola primaria

In partenza il 1 aprile 2016, per bambini della scuola primaria di terza, quarta e quinta, il laboratorio "Inventare una storia con l'arte". Il laboratorio si propone di trasmettere ai bambini il piacere dello scrivere e del creare una propria storia, affrontando i timori e le incertezze dell'atto creativo, in un contesto non didattico, al fine di rendere la scrittura un "gioco di fantasia" e un prezioso strumento per l'ascolto delle proprie emozioni, passando per l'arte.

Durata: 5 incontri (1-15-22-29 aprile-6 maggio), dalle ore 17 alle 18.30.

Info: info.sophiaecreatività@gmail.com
http://www.subito.it/cerco-lavoro/laboratorio-di-scrittura-firenze-158313688.htm

mercoledì 23 marzo 2016

Eventi a Fiesole



 
  • Apertura straordinaria della Cappella di San Jacopo, in collaborazione con gli Amici dei Musei di Fiesole, nella giornata di Pasquetta Lunedì 28 marzo ore 15-17 con ingresso gratuito;
nella stessa giornata sarà aperto anche il Museo Bandini dalle 10 alle 18.
 
  • Le erbe dell'Area Archeologica Sabato 2 e 9 Aprile dalle ore 10 alle 12, costo a persona 5€ con prenotazione obbligatoria presso la Biglietteria dei Musei telefonando allo 055-5961293
 
 UFFICIO INFORMAZIONI e ACCOGLIENZA TURISTICA
Via Portigiani, 3 - 50014 Fiesole
tel. 055 5961311 FAX 055 5961213
 

Prossimi eventi alla biblioteca dell'Orticultura, Firenze

Biblioteca Orticoltura
Via Vittorio Emanuele II 4 (Giardino dell'Orticoltura)
50134 Firenze (FI)
Telefono: 055 4627142

Giovedi' 31 Marzo alle ore 17 "BiblioVia, strade di parole",
lezione/spettacolo di e con Lorenzo Degl' Innocenti, voce recitante, e Alex
Biagi, sonorizzazioni dal vivo.
Ingresso libero, è' consigliata la prenotazione

Venerdì' 1 Aprile alle ore 18 Presentazione dello spettacolo "Gioco di
specchi" di Stefano Massini, regia di Ciro Masella, in scena al Teatro di
Rifredi dal 7 al 9 Aprile. Sarà' presente il regista.
Ingresso libero, prenotazione obbligatoria

Tel.055/4627142
bibliotecaorticoltura@comune.fi.it
www.biblioteche.comune.fi.it

Jazz cocktail 2016 a Poggibonsi


lunedì 21 marzo 2016

E' Primavera, cara Alda!

Un pensiero e due poesie per ricordare Alda Merini, che vide la luce il 21 marzo del 1931. Un benvenuto alla Primavera e una buona occasione per leggere dei versi, dato che oggi si festeggia anche la giornata mondiale della Poesia.
 
 
 
Bambino, se trovi l’aquilone della tua fantasia
legalo con l’intelligenza del cuore.
Vedrai sorgere giardini incantati
e tua madre diventerà una pianta
che ti coprirà con le sue foglie.
Fa delle tue mani due bianche colombe
che portino la pace ovunque
e l’ordine delle cose.
Ma prima di imparare a scrivere
guardati nell’acqua del sentimento.
 
Io non ho bisogno di denaro.
Ho bisogno di sentimenti,
di parole, di parole scelte
sapientemente,
di fiori detti pensieri
di rose dette presenze
di sogni che abitino gli alberi
di canzoni che facciano danzare le statue
di stelle che mormorino
all’orecchio degli amanti.
Ho bisogno di poesia
questa magia che brucia
la pesantezza delle parole
che risveglia le emozioni e dà colori nuovi.
 
Calliope, musa della poesia
 

giovedì 17 marzo 2016

Artebambini alla Fiera Internazionale del Libro per Ragazzi, Bologna

La Fiera Internazionale del Libro per Ragazzi di Bologna è alle porte, si svolgerà dal 4 al 7 aprile a Bologna Fiere. 
Come ogni anno Artebambini è protagonista con i suoi libri, le presentazione e quest'anno una serie di appuntamenti prima e dopo Fiera per adulti, genitori e bambini presso la sua nuova sede di via Polese, 4E nel pieno centro di Bologna
 
  • Il 29 e 30 marzo  live painting con Antonio Catalano che affrescherà una parete dello spazio LOPLOP di Artebambini in via Polese (ingresso libero e prenotazione obbligatoria)
  • SABATO 2 aprile corso di Aggiornamento condotto da Agnese Baruzzi e Mauro Speraggi "LIBRI FATTI A MANO" (corso su iscrizione)
 
  • DOMENICA 3 APRILE  laboratori per adulti e bambini presso lo spazio LOPLOP  Costruiamo un libro illustrato e Piccoli sguardi condotti da Eleonora Cumer e Mauro Speraggi (su iscrizione)
  • LUNEDI 4 Aprile lo spazio LOPLOP ospita il gruppo Libri Calzelunghe dove si potrà chiacchierare, ragionare, scherzare intorno al libro.
 
  • MERCOLEDI 6 aprile presso la sala Allegretto della fiera dalle 10 alle 17  presentazione delle novità. 
Dalle 18.30  APERIARTE con DADA in via Polese nello spazio LOPLOP di Artebambini ingresso libero
  • SABATO 9 APRILE corso di aggiornamento ADA MATY. STORIE DI MUSICA, MOVIMENTO E DANZA  in collaborazione con  QB Quanto Basta (corso su iscrizione) 

Le chiese in giallo: Santa Croce, 20 marzo 2016

'Firenze sottosopra' vi propone Domenica 20 Marzo - h 15,30 
una visita speciale alla BASILICA di SANTA CROCE

 

​… Il cadavere trafugato, Il dito di Galileo

La cappella dei congiurati, La tomba del pietrificatore ...:

ecco i titoli di alcuni degli aneddoti che verranno narrati nel corso la visita,* e che introdurranno i bambini - in modo insolito e accattivante - alla scoperta della storia e di alcuni capolavori artistici della basilica di Santa Croce, celebre per ospitare le "urne dei forti" (Dante, Michelangelo, Galileo Galilei, Ugo Foscolo ...) e per aver provocato, con la sua straordinaria bellezza, un capogiro allo scrittore francese Stendhal!

* Il momento culminante di ogni aneddoto verrà visualizzato con una tavola illustrata originale.

** Su richiesta, gli adulti potranno seguire una visita specifica alla basilica, che si svolgerà contemporaneamente a quella dei bambini.

Tipologia attività: visita guidata affabulata interattiva

Età consigliata: dai 6 ai 12 anni

Partecipanti: max 20 bambini

Durata: 1 h e 30 ca.

Costi

visita bambini: 8 euro a bambino

visita specifica adulti (facoltativa): 5 euro a persona.

ingresso alla basilica: gratuito per tutti i residenti nel Comune di Firenze (adulti e bambini); per tutti i non residenti compresi fra gli 11 e i 17 anni il costo è di 4 euro; per tutti gli atri non residenti il costo è di 6 euro.

*** Appuntamento: alle h 15,15 in piazza Santa Croce, davanti alla statua di Dante.

Info: firenzesottosopra@gmail.com

XXII Trofeo RiLL: scadenza 27 aprile

Le iscrizioni al XXII Trofeo RiLL, un concorso letterario per il miglior racconto fantastico, resteranno aperte sino al 27 aprile. Il premio è rivolto a tutti gli appassionati. Se vuoi saperne di più, clicca qui: http://www.rill.it/?q=node/730

20 marzo FARRUSCAD E CHERESTANÌ al Teatro Comunale degli Arrischianti di Sarteano


 
Domenica 20 marzo ore 17,30
Teatro Comunale degli Arrischianti
Sarteano
FARRUSCAD E CHERESTANÌ
da "La donna serpente" di Carlo Gozzi
adattamento e regia Marco Di Costanzo
con Daniele Caini, Erik Haglund, Tatiana Muntoni
suono Andrea Pistolesi
arrangiamenti vocali Lucia Sargenti
produzione
Teatro dell'Elce
in collaborazione con Teatro della Pergola, Teatro Solare, Teatro Excelsior Reggello
con il sostegno di Regione Toscana
Farruscad e Cherestanì, tratto dalla fiaba teatrale "La donna serpente" di Carlo Gozzi, intreccia la trama favolosa e orientaleggiante dell'autore settecentesco con la vicenda di una misconosciuta compagnia teatrale nata tra gli operai delle cave, gli scalpellini, nella piccola frazione di Maiano (Fiesole) negli anni Trenta.
Il testo di Gozzi narra l'avventurosa storia d'amore tra il principe Farruscad e la bellissima fata Cherestanì, regina del favoloso regno di Eldorado: un terribile incantesimo non permette a Cherestanì di diventare mortale come il suo amato se egli non supererà alcune tremende prove. Lo smarrimento del principe Farruscad, in balia di una realtà in continua metamorfosi, si manifesta in un gioco di specchi tra realtà e illusione, commedia e dramma, teatro e vita.
Il contrasto tra la fiaba di Gozzi e la vicenda dei tre attori squattrinati, ultimi superstiti della compagnia degli scalpellini, è il vero nucleo tematico del lavoro che, in ultima analisi, indaga le dinamiche della vita in stato di crisi. Lo spettacolo si avvale di registri diversi, dal grottesco al melodramma, passando per il canto, e si nutre dell'energia dei tre giovani interpreti che danno vita a tutti i personaggi in uno spazio scenico costituito da due bauli e un tappeto. L'allestimento, nella sua impostazione giocosa, è un omaggio alla poetica di E. Vachtangov e al suo celebre  "Principessa Turandot".

«Il lavoro dell'Elce, "Farruscad e Cherestanì", […] ha in sé del giocoso, del parodistico, del goliardico, del teatro nel teatro, e della metafora. Naif i tre interpreti che giocano sull'ingenuità sulla scena per costruire un varietà colorato con musichette e filastrocche, banjo e armonica, che li avvicina all'Orchestra del Titanic che continuava a suonare nonostante il transatlantico colasse a picco. Qui è la crisi, economica ma anche del teatro ma anche della società e dei valori, che se da una parte mette ansia dall'altra è fonte di gioia sperticata, alla maniera di Petrolini, amaro e geniale. Dai bauli escono mondi di tele e lenzuoli e abiti, i cambi costumi sono a vista, gli attori sono anche musicisti, campana tibetana, o rumoristi. Esponenti di una commedia dell'arte con guizzi curiosi l'Elce ha saputo, sperimentando anche nel linguaggio o nelle pose da cinema muto, rendere allegro ma non frivolo un lavoro che già funziona».
Tommaso Chimenti, Corriere Nazionale (in occasione del primo studio presentato al Teatro della Pergola, maggio 2013)

«"Farruscad e Cherestanì", regia di Marco Di Costanzo, indica con forza gentile che la magia è negli occhi di chi ascolta. Il resto è fiato sospeso. [...] In scena Daniele Caini, Erik Haglund e Tatiana Muntoni, tre giovani attori all'esordio sulle scene da professionisti, hanno dato voce, corpo e anima a una fantasmagoria teatrale che strabilia per dinamicità e inventiva. [...] Cantano, ballano e recitano tenendo lo sguardo alto sull'orizzonte della fantasia».
Matteo Brighenti, recensito.net (19 novembre 2013)


Informazioni e prenotazioni: Teatro Comunale degli Arrischianti, tel. 393 5225730 o prenotazioni@arrischianti.it
Prezzo biglietto: 10 euro intero, 8 euro ridotto
Teatro dell'Elce
via della Pergola, 25
50121 - Firenze
tel. +39 333 175 93 90
info@teatrodellelce.it
www.teatrodellelce.it

Premio Orbil 2016: ecco i vincitori!



Un silent book di un'autrice coreana, avventure strampalate di un autore e illustratore tedesco e un'autrice americana per i più grandicelli. Scopri chi sono qui:

http://librerieindipendentiragazzi.com/2016/03/17/premio-orbil-2016-i-vincitori/

Pasqua 2016, visite speciali al Museo Galileo!



                                  
Per le prossime festività pasquali il Museo Galileo propone nuovi appuntamenti per tutta la famiglia: 'Cerca Trova' al Museo Galileo! una speciale visita per trascorrere momenti piacevoli e divertenti con gli strumenti della scienza.

Maggiori informazioni e calendario degli appuntamenti alla pagina: http://www.museogalileo.it/visita/visitegruppoattivitadidattiche/attivitapertutti/icercatrovaalmuseogalileopasqua2016.htm
MUSEO GALILEO. Istituto e Museo di Storia della Scienza
Piazza dei Giudici 1
50122 Firenze
Tel. +39 055/265311
www.museogalileo.it

Poesie della notte, del giorno, di ogni cosa intorno - Silvia Vecchini, Marina Marcolin - Topipittori

http://www.topipittori.it/it/catalogo/poesia-della-notte-del-giorno-di-ogni-cosa-intorno
 
La prima volta che ho visto la copertina di questo libro, è stata quando sono andata a curiosare circa i vincitori e le menzioni speciali del Premio di Letteratura per Ragazzi Laura Orvieto, edizione 2013-2015. Sono rimasta stupita, e piacevolmente sorpresa, di trovare un libro di poesie! E ho subito avuto voglia di sfogliarlo. Perché la prima impressione, forte, me l’ha data la copertina. Come se mi fossi specchiata in un’emozione. Per qualche strana ragione, sapevo che mi sarebbe piaciuto. E così, quando l’ho avuto fra le mani, il primo istinto è stato quello di immergermi, nel silenzio di un mattino di sole, nelle parole e nelle immagini. Tutto è riuscito, in questo libro. Dalle poesie, che parlano al bambino di oggi e al bambino di ieri, di sensazioni vivide e fresche e di ponti verso ricordi più lontani che riaffiorano, intatti. E felice è la scelta dell’illustratrice, di aver usato la tecnica dell’acquerello, per la sua imprevedibilità di esecuzione, che rimanda proprio all’idea dell’infanzia. Tuttavia le immagini, sia pur delicate ed eteree, sono potenti e ci parlano di un percorso di crescita, di prove e sfide, di occhi grandi aperti su un mondo tutto da esplorare, della straordinarietà del quotidiano. Abbiamo bisogno della poesia, di impararla a memoria, di scrollarci di dosso quel timore reverenziale e la paura di non capirla. Di viverla. Di scriverla. Di sentirla e portarla dentro, di trasmetterne la passione. La poesia è un balsamo necessario, sia per celebrare i giorni euforici, sia per trovare conforto nei giorni tristi. La consapevolezza che altri hanno provato le nostre stesse emozioni, le nostre stesse paure, ci rende più forti. Ritrovare se stessi nelle parole di altri.  Quando Stendhal, uscendo dalla Basilica di Santa Croce a Firenze, fu preso da quella strana sensazione di stordimento e confusione (sindrome che poi prese il suo nome) per superare quel momento, tirò fuori dalla tasca alcuni versi di Foscolo. Scriverà poi: “Avevo bisogno della voce di un amico che condividesse la mia emozione”.
  
In ogni pagina di questo libro, testo e immagini si fondono e si esaltano a vicenda, tanto che mi hanno fatto pensare a degli haiga, freschi e vitali. Sull’onda di queste emozioni, delicate e ariose, lasciate indugiare i vostri pensieri, liberateli, nutriteli col bello e la gentilezza.



“La poesia esiste già, essa giace nascosta da qualche parte da tempo immemorabile; il poeta non crea e non inventa nulla, egli semplicemente scopre la poesia e la porta alla luce”. Jan Skàcel
 



martedì 15 marzo 2016

Hans Christian Andersen Baia delle Favole 2016

Qui trovate il bando del concorso per una fiaba inedita per bambini:

http://www.andersenpremio.it/it/content/bando-di-concorso-2016

Il termine ultimo per la presentazione delle opere è il 31 marzo 2016 ... non c'è tempo da perdere!

Il contributo di lettura di 20 euro è limitato ala sola sezione Adulti.

giovedì 10 marzo 2016

Vi piacerebbe leggere così? Un progetto sul quale meditare ...

La Scuola di comprensione e lettura del testo propone agli studenti delle superiori il metodo di lettura "da soggetto a soggetto" della studiosa Kasatkina. Clicca qui per saperne di più:

https://community-fund-italia.aviva.com/voting/progetto/vista/192

"Sperimentare una nuova didattica nell’insegnamento della letteratura e della comprensione del testo mediante l’uso di un approccio innovativo che restituisce la voce al testo e un ruolo attivo al discente/lettore. Sono favoriti dal metodo soprattutto studenti in situazione di svantaggio linguistico."

"L’esperienza di ciascun docente documenta come ci sia un modo di interrogare e spiegare un testo che fa emergere la ragione di esso e attiva e vivifica la ragione del lettore e, al contrario, un modo di interrogare e di spiegare che mortifica entrambi. Il fatto che le giovani generazioni abbiano una chiave d’accesso alla propria tradizione e sappiano “leggere” e dialogare con i grandi artisti decide del futuro non solo della scuola ma dell’intera società, soprattutto in un momento di mutamenti epocali e di confusione e ricerca quale quello attuale".

A voi piacerebbe potere avere la possibilità di leggere così? In modo così attivo e creativo? Sapreste cogliere la sfida di sostenere le vostre teorie in un dibattito?                                

Il 19 e 20 marzo tornano le giornate del FAI

Il 19 e 20 marzo riscopri il bello di sentirsi italiani: scendi in piazza con il FAI. 900 luoghi straordinari aperti dai nostri volontari ti aspettano in tutta Italia. Vieni a scoprire ville, castelli, musei, palazzi storici, parchi, giardini e molto altro con visite a contributo libero.
http://www.giornatefai.it/luoghi

Il Maggio dei libri 2016

Dal 23 aprile al 31 maggio 2016 torna per il sesto anno consecutivo IL MAGGIO DEI LIBRI, la campagna di promozione alla lettura organizzata dal Centro per il Libro e la lettura, divenuta ormai un appuntamento atteso, abituale e diffuso in tutta Italia.
A testimoniare l’attenzione sempre alta nei confronti del bisogno di lettura e condivisione di storie, sono i numeri del successo dell’anno scorso: 3.461 eventi con un nuovo record di adesioni e numerose iniziative per i più giovani. I tanti appuntamenti sono stati seguiti con vivo interesse dai media: oltre 1.400 articoli fra carta stampata e online. Il web è stato fra i principali protagonisti con 178mila visualizzazioni del sito ufficiale www.ilmaggiodeilibri.it, la pagina su Facebook arrivata a 105.829 like e i follower su Twitter saliti a 7.783: autentici termometri del gradimento e coinvolgimento del pubblico.
Siamo grati a tutti coloro che ci hanno consentito di raggiungere questi obiettivi. Per continuare a crescere insieme e colorare di vivacità e letture l’edizione di quest’anno, vi invitiamo a progettare e promuovere iniziative, aderendo alla campagna nella veste di organizzatori di eventi di promozione della lettura. Privilegiate il più possibile il format della lettura condivisa, favorendo l’interazione fra tipologie di pubblico diverse e coinvolgendo quanti più luoghi possibili della “quotidianità”, anche apparentemente estranei alla lettura. Insieme quindi a librerie, biblioteche, scuole e spazi istituzionali, giocate a portare i libri anche nei locali pubblici, nei cinema, nei negozi, sugli autobus, nelle palestre e ovunque la vostra fantasia vi ispirerà. Il cuore del Maggio dei libri, infatti, batte grazie alla vostra creatività ed esperienza: date libero sfogo all’immaginazione, create occasioni e attività di promozione della lettura fuori dagli schemi, bizzarre, strabilianti! Perché anche quest’anno, dopo la conclusione della campagna, è previsto un premio alle iniziative più originali e innovative.
Quest’anno il Maggio dei libri offre quattro prospettive nuove per declinare il valore della lettura: la varietà e la ricchezza dei suoi contenuti saranno infatti scandite da alcuni filoni chiave, che vi invitiamo a seguire come linee guida per le vostre iniziative. Il primo riguarda la biblioterapia: il potere benefico dei libri entrerà nelle carceri, nelle scuole ristrette e nei centri di accoglienza polifunzionali con reading, cineforum letterari e altri appuntamenti. Il secondo è Shakespeare 400, dedicato all’anniversario della morte del Bardo: in collaborazione con il British Council, saranno organizzate varie iniziative nelle scuole, in sedi istituzionali e in location inedite, per celebrare la grandezza e l’importanza non solo letteraria, ma anche socio-antropologica di William Shakespeare. Il terzo filone è costituito dal progetto con le Little free libraries, per diffondere sul territorio e nei luoghi di passaggio quotidiano mini biblioteche gratuite. Il quarto, la valorizzazione delle biblioteche attraverso diverse iniziative tra cui il Biblioraising, che consentirà ad alcune biblioteche di acquisire gli strumenti e le conoscenze necessarie alla ricerca di fondi.
Come sempre noi del Centro per il libro siamo disponibili a offrire spunti e in particolare per le scuole è aperto un canale diretto di comunicazione attraverso il sito dedicato www.libriamociascuola.it, sul quale potete trovare articoli, testimonianze di eventi passati, spunti per nuovi progetti e sinergie, arricchito ora dalla pagina www.facebook.com/libriamociascuola/
Saranno disponibili anche i materiali grafici da scaricare e personalizzare per promuovere il proprio programma di eventi: vi invitiamo come di consueto ad adottare l’identità visiva della campagna.
È possibile aderire alla campagna con iniziative che si svolgano tra il 23 aprile e il 31 maggio. Vi chiediamo di segnalarcele inserendole – con descrizioni accattivanti e dettagliate – nella piattaforma che raccoglie tutte le iniziative legate al Maggio dei libri 2016, all’indirizzo http://risorse.cepell.it/ilmaggiodeilibri/. La banca dati sarà aperta e disponibile da martedì 15 marzo: gli organizzatori che partecipano per la prima volta – e che quindi non hanno mai ricevuto le credenziali di accesso alla banca dati – dovranno richiederle prima di poter inserire le proprie iniziative. Tutti gli altri potranno utilizzare quelle già attribuite negli anni precedenti. Allo scopo di rendere più efficace la comunicazione, è necessario, come sempre, compilare il modulo di adesione fornendo tutti i dati utili a descrivere nel dettaglio il vostro progetto.
Per info e assistenza potete contattare il Centro per il libro e la lettura, inviando una e-mail a ilmaggiodeilibri@cepell.it e fornendo un recapito telefonico.
Buon lavoro e buone letture a tutti!
 

 Fonte: Centro per il libro e la Lettura

Iniziative di marzo alla Luzi, Firenze

Biblioteca comunale Mario Luzi
Via Ugo Schiff 8
50137 Firenze (FI)
Telefono: 055.669229

BIBLIOVIA: Strade di parole
SUONO   Giovedi' 17 marzo ore 17.00

Lezione / spettacolo di e con Lorenzo Degl' Innocenti, voce recitante, e Renato Cantini, sonorizzazioni dal vivo.
Ingresso libero

PERCHE' POETI IN TEMPO DI POVERTA'?: un percorso di avvicinamento alla poesia moderna e contemporanea.
Incontri a carattere didattico. Si richiede l'iscrizione, gratuita, alle Biblioteche Comunali Fiorentine.

Nell'ambito della Giornata internazionale della Poesia
Martedi' 22 marzo ore17.00
Barbara Marracino, Fernando Pessoa

Mercoledi' 30 marzo ore 16.30
Riccardo Donati e Stefano Giovannuzzi, Da D'Annunzio a Montale

Mrs. Annie e il giro del mondo, Teatro delle Spiagge - Firenze

Domenica 13 Marzo ore 16,30
Lo Stanzone delle Apparizioni
MRS. ANNIE
E IL GIRO DEL MONDO
con Caterina Gramaglia, Gualtieri Burzi, Massimo Poggio
Annie “Londonderry” Kopchovsky è stata la prima donna a fare il giro del mondo in bicicletta diventando così un simbolo della libertà femminile.
Nel giugno del 1894, in seguito ad una scommessa (“nessuna donna è in grado di compiere in quindici mesi il giro del mondo”), partì da Boston in bicicletta portando con sé solo un cambio di biancheria e un revolver con il calcio di madreperla. Donna intelligente e di spirito, seppe “vendere” il suo nome per scopi pubblicitari, non curante dei pregiudizi dell’epoca, si tolse la gonna per infilarsi i più comodi “bloomers” (pantaloncini alla zuava da uomo) e all’occorrenza non si tirò indietro a raccontare storie fantastiche e viaggi improbabili: l’importante era che si parlasse di lei.
Arrivò in Cina, passando per Parigi, toccando Gerusalemme e Singapore superando incredibili difficoltà e sopportando i pregiudizi di una società fortemente maschilista.Al suo ritorno in patria ebbe un’accoglienza trionfale e venne eletta simbolo della lotta femminile.
TEATRO DELLE SPIAGGE
Via del Pesciolino (traversa di via Pistoiese), Firenze
I°piano centro commerciale Conad
Informazioni e prenotazioni
055 310230 / 329 4187925 /  info@teatridimbarco.it
/ teatrodellespiagge@gmail.com

martedì 8 marzo 2016

Pasqua a Firenze: visite e laboratori per famiglie

Durante il periodo pasquale, da giovedì 24 a martedì 29 marzo, l’Associazione Mus.e propone un ricchissimo carnet di visite guidate e laboratori per famiglie, adulti e bambini. Il programma vedrà coinvolti Palazzo Vecchio, Santa Maria Novella e il Museo Novecento e ogni giorno sarà possibile scegliere tra un’ampia offerta di attività.
Il costo è di €2,00 per i residenti nella Città Metropolitana di Firenze, altrimenti il costo è di €4,00.
Percorsi Segreti: La proposta consente di visitare alcuni ambienti particolarmente preziosi, fra questi la scala realizzata per volere di Gualtieri di Brienne e ricavata nello spessore della muraglia; lo Studiolo di Francesco I de’Medici, raffinatissimo scrigno “di cose rare et pretiose”, e lo Scrittoio del padre Cosimo I (più conosciuto come Tesoretto); infine l’imponente struttura a capriate che sorregge il soffitto a cassettoni del Salone dei Cinquecento. Orari 10.00, 11,30, 14.30, 16.00 (adulti e famiglie 10+)
Visita a Palazzo: Palazzo Vecchio è il cuore di Firenze, simbolo della storia della città. Una storia che comincia nel 1299, quando nasce per ospitare i governanti della Firenze medievale, e che conosce un’età dell’oro nel momento in cui la famiglia Medici vi porta la propria residenza trasformandolo in una vera Reggia. La visita permette di comprendere come architetture, arti minori, sculture e dipinti concorrano alla creazione di un unicum ricco e complesso che si è trasformato, stratificato e rinnovato nel corso dei secoli. Orari: 10.30, 12.00, 14.00, 15.30 (adulti e famiglie 10+) 
A corte con donna Isabella: La dama favorita della Duchessa Eleonora di Toledo, la spagnola Isabel de Reinoso, accompagna gli ospiti tra i fastosi ambienti della nuova Reggia medicea. Le sue parole rievocano le feste e i grandiosi eventi che avevano luogo nella Sala grande; i servigi offerti agli ospiti illustri che transitavano a corte; le abitudini quotidiane di una “famiglia” tanto importante. Orari: H 15.00 (adulti e famiglie 10+)
Guidati da Giorgio Vasari: Nel 1555 Giorgio Vasari, pittore, architetto e scrittore aretino – autore de Le vite dei più eccellenti pittori, scultori e architetti – diventa il responsabile del cantiere di Palazzo Vecchio e compie un immenso lavoro per trasformare l’edificio in una sontuosa reggia rinascimentale. Nel dialogo con il pubblico Giorgio Vasari illustra le linee di politica culturale del Duca Cosimo I de’ Medici, committente assoluto degli interventi, e la perizia della fabbrica medicea nel realizzare, in tempi record, la nuova residenza ducale. Orario: 15.00 (adulti e famiglie 10+)
La Reggia Medicea: Le sale di Palazzo Vecchio raccontano ancora oggi in modo evidente le trasformazioni occorse nel Cinquecento, quando Cosimo I de’ Medici vi trasferì la sua residenza incaricando dei lavori prima Giovanni Battista del Tasso e poi Giorgio Vasari. Accanto alle funzioni governative il palazzo assunse così anche il ruolo di Reggia Ducale, ospitando non solo la famiglia ducale ma tutta la corte. Il percorso consente di visitare i principali ambienti del Palazzo  con un’attenzione particolare non solo ai fasti e alle bellezze dell’età medicea ma anche agli aspetti di vita quotidiana, rievocando le consuetudini, gli avvenimenti e le curiosità che animarono tanto le sale pubbliche quanto le stanze private.
Orari: 11.00, 12.00 (adulti e famiglie 10+)
La favola della tartaruga con la vela: Il duca Cosimo aveva, fra le sue imprese, una particolare predilezione per la tartaruga con la vela, che è infatti onnipresente nelle sale del suo Palazzo. E proprio una piccola tartaruga racconta ai bambini un’antica storia che parla di bambini e di tartarughe, di velocità e di lentezza, di prudenza e di saggezza. Al termine della storia i bambini si cimenteranno in una “caccia alla tartaruga con la vela” negli ambienti di Palazzo Vecchio. Orari: 10.00, 16.30 (famiglie 4-7)
Per fare una città ci vuole un fiore: Firenze deve il suo nome all’origine che avrebbe avuto la colonia romana di Florentia, fondata su una vivace distesa fiorita lungo il fiume Arno. Non è facile stabilire se si tratti di verità storica o mitica, così come non è facile definire quale sia il fiore che simboleggia la città dalla sua nascita: un giglio, un iris, un giaggiolo? Il racconto si svolge tra i fi ori per portare i bambini a riappropriarsi del simbolo della città, molto visto ma poco osservato, e comprendere come Firenze sia proprio come un fiore, da custodire e da tenere con cura.
Orari: 10.00, 16.30 (famiglie 4-7)
Vita di Corte: Oggi Palazzo Vecchio è un museo, ma nel Cinquecento era la residenza del duca Cosimo I de Medici, di sua moglie Eleonora de Toledo e dei loro undici figli. Attraversando le sale del museo i visitatori potranno non solo ammirare lo splendore della reggia ma anche immaginare i sontuosi banchetti nella Sala Grande  e i terrazzi fioriti come giardini. Infine sarà possibile indossare mantelli e zimarrine, scarpe e cappelli cinquecenteschi oppure dilettarsi con alcuni giochi da principini. Orari: H11.30, 15.00 (famiglie 6-8)
I luoghi di “Inferno”: “Palazzo Vecchio assomiglia a una gigantesca torre degli scacchi. Con la sua solida facciata squadrata e gli spalti merlati, l’edificio è situato a guardia dell’angolo sudorientale di piazza della Signoria.”. Così scrive Dan Brown nel suo ultimo best-seller, Inferno, ambientato a Firenze e in larga parte in Palazzo Vecchio. Così, seguendo i passi del professor Robert Langdon, il pubblico potrà conoscerne la storia rivivendo le ambientazioni e le scene e del romanzo. Le sale pubbliche – ma anche gli ambienti più segreti – diventano teatro di ricerche, inseguimenti e colpi di scena centrati su un’opera precisa: “Eccoci arrivati, finalmente… Si era aspettata di trovarsi davanti le sembianze di Dante defunto, invece tutto ciò che vide fu il rivestimento di raso rosso della teca e il sostegno a cui di solito era appesa la maschera mortuaria.”
Orario: 16.30 (adulti e famiglie 10+)
Squisita scoperta: “Piglia caccao torrefatto, e ripulito e stritolato grossamente; gelsomini freschi sufficienti da mescolar con detto caccao, facendo strato sopra strato in una scatola o altro arnese, e si lasciano stare 24 ore…Poi piglia zucchero bianco buono asciutto libbre 8. Vaniglie perfette once 3. Cannella fina perfetta once 6. Ambra grigia scrupoli 2 e secondo l’arte si fa il cioccolatte…”. Così si preparava a Firenze una cioccolata al profumo di gelsomino – ricetta naturalmente al tempo segreta – graditissima al Granduca Cosimo III de’ Medici e a tutta la corte: il cioccolato aveva fatto il suo ufficiale ingresso nel Granducato di Toscana. Nel dialogo fra Corte medicea e Nuovo Mondo, l’attività segue la storia e i gusti del cioccolato dall’antica preparazione azteca alla cioccolata in tazza calda e dolce del Settecento, per giungere alle straripanti vie del cioccolato nel mondo contemporaneo. E chiudere, naturalmente, in dolcezza. Orario: H 16.00 (adulti e famiglie 8+)
 In bottega: dipingere in fresco: “Di tutti gli altri modi che i pittori faccino, il dipingere in muro è il più  maestrevole e bello”. Così Giorgio Vasari presenta la tecnica dell’affresco, considerata fra le più difficili poiché non consente ripensamenti e richiede una perfetta conoscenza dei materiali e dei pigmenti. L’atelier consente di cimentarsi con le diverse fasi di esecuzione di un piccolo affresco, che al termine dell’attività i partecipanti potranno portare via con sé. Orario: H11.30 (adulti e famiglie 8+)
Visita al complesso di Santa Maria Novella: La visita accompagna il pubblico alla comprensione di uno straordinario documento della storia dell’ordine domenicano ma anche di un fondamentale capitolo della città di Firenze. In questo senso un’attenzione particolare sarà dedicata alla storia dell’ordine, i cui caratteri teologici soggiaciono a tutte le vicende architettoniche e artistiche del convento, ma anche alla partecipazione attiva della cittadinanza, che da sempre ha supportato la vita del complesso grazie a lasciti, committenze e patronati, coinvolgendo di volta in volta i maggiori artisti del Medio Evo e del Rinascimento: fra questi Giotto, Masaccio, Filippo Brunelleschi, Paolo Uccello, Domenico Ghirlandaio, Filippino Lippi.
Orari: 10.30, 12.00 (adulti e famiglie 10+)
Visita al Museo Novecento: La visita consente di ripercorrere a ritroso il XX secolo individuando i movimenti, le poetiche e gli artisti che ne hanno segnato i decenni, con un taglio fortemente interdisciplinare e un’attenzione specifica all’Italia e a Firenze. A partire dalla Biennale di Venezia del 1988, intesa come primo riconoscimento dei giovani fiorentini De Lorenzo, Guaita e Catelani, il percorso ripropone le tensioni e gli ideali degli anni Settanta e Sessanta – con grandi opere quali la Superarchitettura di Archizoom e Adolfo Natalini o il Plurimo di Emilio Vedova – per poi addentrarsi negli anni centrali del Novecento, riccamente rappresentati grazie alle donazioni di importanti artisti e collezionisti: fra questi Alberto Della Ragione, all’interno della cui collezione spiccano capolavori di De Chirico, Sironi, Casorati, Depero, Morandi, Martini. Nell’intreccio fra pittura, scultura, musica, poesia, moda, cinema e teatro il percorso porta il pubblico fino all’alba del secolo, animata dalle prime pulsioni delle avanguardie internazionali. Orari: 15.00, 16.30 (adulti e famiglie 10+)
Info e prenotazioni: Tel. +39 055 2768224 – +39 055 2768558
da lunedì a sabato 9.30-13.00 e 14.00 -17.00,
domenica e festivi 9.30-12.30
info@muse.comune.fi.it